testata ADUC
Cannabis terapeutica. Gli investimenti in Europa dei giganti canadesi
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
4 maggio 2019 13:07
 
La comunità mondiale della cannabis sta crescendo sempre di più e la International Cannabis Business Conference ha avuto un posto in prima fila negli ultimi cinque anni, mentre le politiche federali Usa in tutto il mondo hanno aperto il commercio oltre i confini nazionali. Le società canadesi ne hanno approfittato maggiormente, sfruttando le politiche progressiste del Great White North per ottenere capitale e accesso al mercato che gli altri non hanno (ancora). Si registra un accordo importante. dopo quello fondamentale raggiunto negli ultimi anni. Da parte dei canadesi, che non sembrano rallentare i propri ritmi, è stato appena annunciato che Canopy Growth ha fatto un enorme investimento in Europa acquistando per $ 254 milioni la società tedesca C3, la più grande azienda di cannabis del continente. Il settimanale economico Barron così riporta:

“C3 produce e distribuisce dronabinol, un cannabinoide che viene utilizzato per alleviare i sintomi del trattamento del cancro e dell'anoressia indotta dall'HIV / AIDS. È un farmaco registrato in Germania, Austria, Svizzera e Danimarca ed è stato approvato dalla US Food and Drug Administration.
Nel 2018, C3 ha fornito circa 19.500 pazienti in Germania con dronabinol e ha raggiunto $ 30,31 milioni nelle vendite di cannabinoidi in tutto il mondo. C3 detiene anche brevetti relativi alla cannabis, "compresa la tecnologia di estrazione e il processo di produzione sintetica", e ha in corso diverse sperimentazioni cliniche relative alla cannabis.
"Questa acquisizione ci consentirà di offrire più opzioni ai medici di tutta Europa, accelerare le vendite commerciali e aumentare la nostra presenza economica nel continente, e portare avanti nuove innovazioni", ha dichiarato il co-CEO di Canopy, Bruce Linton.”


Mentre sempre più Paesi si stanno muovendo verso una legalizzazione completa della cannabis medicinale e per uso ricreativo da parte dei maggiorenni, si notano diverse aziende che si spostano oltre i confini nazionali per consolidarsi nel settore. Proprio come abbiamo visto diverse aziende operare nelle vendite di semi, è interessante vedere le compagnie di cannabis che entrano nell'industria farmaceutica, mentre i farmaci a base di cannabis avanzano insieme alle normative e alla standardizzazione.

(articolo di Anthony Johnson, pubblicato sulla rivista della International Cannabis Business Conference – ICBC – del 03/05/2019)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori