testata ADUC
Cannabis terapeutica per i nostri cuccioli
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
21 dicembre 2018 12:22
 
La cura degli animali domestici basata sulla CBD (la componente non psicoattiva della cannabis) ha una sua primizia in Europa. Una partnership tra un'azienda australiana-svizzera, Cresco Pharma, con una delle più importanti società farmaceutiche veterinarie al mondo, Virbac, porterà a vendere i derivati della cannabis per uso veterinario sia in Svizzera che in Lichtenstein a partire dal secondo trimestre del 2019.
Perché il CBD viene utilizzato per gli animali domestici?
Proprio come gli esseri umani, lgli esperimenti e alcuni primi studi, suggeriscono che il CBD può alleviare l'ansia degli animali: dalla sensibilità ai rumori forti, alla caduta dei peli causata dallo stress. Inoltre, può essere utilizzato dai proprietari di animali domestici per aiutare i loro familiari pelosi a far fronte al dolore e all'osteoartrite.
La ricerca sull'impatto di questi farmaci sugli animali domestici, tuttavia, è ancora più scarsa di quanto non sia per gli esseri umani.
Il CBD è innocuo per gli animali domestici (in particolare cani e gatti). A differenza del TH (la componente psicoattiva della cannabis), che non è raccomandato in nessuna forma per gli animali, i proprietari di animali domestici interessati possono almeno provare questo approccio per gli animali in difficoltà che non sembrano beneficiare di altri trattamenti.
(ICBC)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori