testata ADUC
Guida veloce alle droghe psichedeliche. Ricreazione e medicina
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
17 aprile 2021 18:49
 
Di droghe psichedeliche, ricreative e farmacologiche, se ne parla molto, dopo il boom (ricreativo) degli anni 60/70 del secolo scorso e tornati alla ribalta grazie a diversi studi, nonché alla considerazione che alcuni legislatori ne hanno avuto legalizzando il loro consumo (Oregon/Usa).
Riportiamo un articolo della rivista Usa Leafly che fa il punto della situazione: introduzione (che abbiamo tradotto in italiano) e link ad una serie di approfondimenti (in inglese).

La parola "enteogeno" è oggi comunemente usata per queste sostanze, una parola dal greco che significa "generazione del dio interiore".
Gli enteogeni sono intesi come composti che promuovono esperienze che alterano la vita, incoraggiando intuizioni profonde sulla natura della vita e della coscienza, e il termine allude anche all'aspetto spirituale di queste sostanze e alla loro idea di “maestri” delle piante.

Cosa sono gli psichedelici?
Gli psichedelici sono potenti sostanze chimiche o piante psicoattive che possono alterare la percezione, l'umore e i processi cognitivi. Alcuni degli psichedelici più comuni includono:
• Psilocibina (presente in alcuni funghi)
• LSD
• MDMA
• DMT (dimetiltriptamina)
• Ayahuasca (una bevanda contenente una vite legnosa e le foglie della pianta di chacruna)
• Mescalina (che si trova nei cactus San Pedro e peyote)
Le piante psichedeliche che alterano la mente crescono naturalmente in Amazzonia, Himalaya e Pacifico nord-occidentale degli Usa.
Gli psichedelici non sono una nuova moda. Il loro uso è antecedente alla parola scritta, con gli archeologi che confermano il loro uso in antichi contesti rituali e cerimoniali. Mentre l'ingestione di sostanze psichedeliche per scopi ricreativi e sacri è tuttora in vigore, il loro potenziale terapeutico è stato riconosciuto per la prima volta dagli scienziati a metà del XX secolo.

La parola "psichedelici" è stata coniata per la prima volta nel 1957 per identificare le droghe che rivelano aspetti utili della mente. Negli ultimi anni gli scienziati hanno iniziato a riferirsi ai composti psichedelici più propriamente come "enteogeni".
Una delle motivazioni di questa ridenominazione era la preoccupazione tra gli scienziati che gli "psichedelici" portassero un bagaglio culturale negativo dagli anni '60. L'uso del termine enteogeni ha lo scopo di consentire ai pazienti, ai medici, ai responsabili politici e all’opinione pubblica di avvicinarsi a questo campo emergente della medicina e della scoperta senza stigma o pregiudizi.

Tra il 1950 e la metà degli anni '60 sono stati pubblicati più di 1.000 articoli clinici sulla terapia farmacologica psichedelica, guidati da ricercatori intimoriti dai benefici medici assortiti che questi composti potevano potenzialmente offrire.
L'introduzione in Usa del Controlled Substances Act nel 1970 ha visto la ricerca sugli psichedelici rallentare fino a ridursi in quanto la ricerca approvata dal governo è cessata e i composti sono diventati stigma grazie alla Guerra alla Droga.

Ai giorni nostri gli studi su questo affascinante composto hanno ripreso slancio. Gli scienziati stanno tornando indietro nella ricerca psichedelica, esplorando la miriade di modi in cui questo farmaco unico nel suo genere possa aiutare a curare diverse patologie. Ricerche recenti hanno mostrato risultati promettenti nell'uso di sostanze psichedeliche per trattare la dipendenza da sostanze, PTSD, depressione, ansia e per aiutare con le cure di fine vita.

Medicina psichedelica: come queste sostanze possono aiutare
Poiché lo stigma delle sostanze psichedeliche sta diminuendo, più studi stanno dimostrando i benefici che possono offrire per aiutare a trattare una moltitudine di patologie, tra cui ansia, depressione, disturbo da stress post-traumatico, dipendenza e molto altro.

Come funzionano gli psichedelici?
Scopri come le sostanze psichedeliche influenzano il cervello umano e come interagiscono con i recettori della serotonina e la rete in modalità predefinita (DMN).

La storia degli psichedelici
Guarda come gli psichedelici sono stati usati in alcune culture per migliaia di anni e come l'interesse per le sostanze è aumentato nel XX secolo, fino ad oggi.

Quali droghe psichedeliche sono legali?
Il movimento di legalizzazione psichedelica ha preso piede recentemente con città, distretti e stati che li depenalizzano e alcuni addirittura li legalizzano.

Tipi di psichedelici
Scopri di più su MDMA, LSD, funghi e DMT, le loro storie, come ti fanno sentire e perché le persone li prendono.

Fumare erba con funghi psichedelici
È una buona idea mescolare i due o una ricetta per un brutto viaggio? La ricerca è scarsa, ma esaminiamo i vantaggi della combinazione di queste due sostanze.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori