testata ADUC
Negozi. Orari e qualità. Elogio del rapporto professionale. Come scegliere
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Vincenzo Donvito
8 aprile 2019 11:51
 
 “Andar” per negozi dovrebbe essere utile e gradevole. Altrimenti, tanto vale, acquistare online, visto anche che mediamente si spende meno e la gamma di scelta è più ampia.
Questa “gradevolezza” nasce dal fatto che il negozio fisico dovrebbe consentire un rapporto tra venditore e cliente che nell’online non c’é, oltre al fatto che per alcuni prodotti, soprattutto abbigliamento, il contatto diretto col prodotto da acquistare – checché ne dicano i maniaci dell’online – è fondamentale.
Ma i negozi talvolta presentano dei problemi: gli orari che possono non combaciare con quelli degli acquirenti e la carenza del servizio di consulenza che dovrebbe essere svolto al loro interno.
Sugli orari c’é ampia querelle, con tanto di progetti di legge che vorrebbero limitarli (progetti al momento un po’ desaparecidos…), e la cui ratio sembra non essere chiara neanche ai più tenaci assertori di orari che ci farebbero tornare ad un’Italia che aveva difficoltà ad esser tale anche quando quasi tutte le donne erano a casa a pulire e cucinare e badare ai figlioli, mentre tutti gli uomini in ufficio e la domenica a messa con la moglie e il pomeriggio a veder la partita. Vedremo come andrà a finire.
Il servizio di consulenza è l’altro elemento importante per la scelta del negozio. In genere curato quando il venditore combacia col proprietario, talvolta problematico quando ci sono i commessi, soprattutto nei negozi più grandi. Una recente indagine, di cui ne dà notizia una rivista del settore (1), ci fa sapere di aver rilevato alcune di queste problematicità. Il commesso: non fa domande al potenziale acquirente, esaurendo il rapporto in un semplice passaggio di prodotti (sensazione di trovarsi davanti allo schermo di un computer); non devia di una virgola rispetto alle promozioni in corso; non conosce i prodotti che vende, se non limitatamente.
Queste osservazioni crediamo siano importanti, da prendere in considerazione sia per chi offre che per chi acquista. L’alternativa è l’online o, peggio, dei robot che si sostituiscono ai commessi.
Che se ne faccia tesoro.

1 - Bianco&Bruno, la rivista di elettrodomestici ed elettronica di consumo
 
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori