testata ADUC
Le piante hanno un linguaggio a base di ultrasuoni
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
8 dicembre 2019 18:48
 
 Si sapeva già che le piante avevano sensi incredibili per comunicare tra loro e con il loro ambiente. Sono quindi dotate di fotorecettori per rilevare la luce e distinguere diversi colori nello spettro della stessa luce. Sono inoltre dotate del senso del tatto: un albero adatterà la sua crescita in base al vento e alla sua intensità. Sono anche sensibili agli odori e ai suoni. Sono state anche scoperte piante che diventano fluorescenti quando vengono attaccate da un bruco! Ma fino ad ora si pensava che le piante rimanessero esseri silenziosi.
Errore! Le piante emettono ultrasuoni a frequenze comprese tra 20 e 100 kHz e rilevabili fino a diversi metri di distanza. Questa è la sorprendente scoperta di Itzhak Khait e dei suoi colleghi dell'Università di Tel Aviv (Israele), il cui articolo è appena stato pubblicato sulla piattaforma bioRxiv.
I ricercatori hanno posizionato i microfoni a 10 cm di distanza da alcune piante di tabacco e pomodoro e poi le hanno stressate, sia per siccità che per taglio a livello delle radici. Hanno quindi registrato i suoni emessi durante un'ora.

Un "codice Morse" specifico per ogni impianto e ogni situazione
Quando sono stressate, le piante emettono non solo rumori, ma tali che possono essere interpretati come una specie di linguaggio. I ricercatori hanno sviluppato un algoritmo per isolare il suono emesso dalle piante dal rumore ambientale (pioggia, vento, fruscio ...). Sono stati in grado di rilevare il tipo di stress che la pianta stava vivendo in base alla frequenza e all'intensità del suono. Una pianta di pomodoro in siccità emette in media 35 suoni all'ora, contro 11 del tabacco. Quando lo stelo viene tagliato, il pomodoro emette 25 suoni all'ora e il tabacco 15. Allo stesso modo, il tabacco stressato emette suoni di maggiore intensità rispetto al pomodoro.


Itzhak Khait e i suoi colleghi hanno studiato solo queste due specie per il momento, ma in altri test preliminari, hanno registrato gli ultrasuoni emessi da un cactus mamillare (Mammillaria spinosissima) o amplexicaule (Lamium amplexicaule), un piccolo fiore rosa che si trova spesso nelle terre desolate o lungo i bordi della strada.

Lo scoppio di microbolle nello xilema
Ma con quale modo sconosciuto le piante sono in grado di emettere suoni? I ricercatori sono solo nella fase ipotetica, ma hanno pensato al fenomeno della cavitazione. Per aspirare la linfa verso l'alto, la pressione nello xilema è normalmente inferiore a quella della pressione atmosferica e persino negativa. Ma durante gli episodi di siccità, la tensione sulle pareti dei vasi diventa troppo forte e si possono trascinare minuscole bolle d'aria nello xilema, creando un "embolismo" a volte fatale. I suoni potrebbero provenire dalla formazione e dallo scoppio di queste microbolle.

Aiuto, sono attaccato da un insetto!
Gli autori suggeriscono che questo "linguaggio" potrebbe essere usato dagli insetti per scegliere dove depositare le loro larve, permettendo loro di evitare piante indebolite, o da animali come pipistrelli o erbivori (sensibili agli ultrasuoni), che potrebbero così andare in soccorso delle piante attaccate divorando il visitatore indesiderato. Inoltre, "questa facoltà potrebbe essere un nuovo strumento di precisione per l'agricoltura, per rilevare le piante sotto stress idrico attraverso un semplice microfono", dicono gli autori.
Tante ipotesi che lasciano molti scettici. "Molti altri fattori possono spiegare perché gli insetti evitano determinate piante e non altre", afferma Edward Farmer, del Dipartimento di Biologia Molecolare dell'Università di Losanna, intervistato dal New Scientist. D'altra parte, se il fenomeno della cavitazione è in questione, escluderebbe altri tipi di stress come la salinità o la temperatura.

(articolo di Céline Deluzarche, pubblicato su Futura-Sciences del 06/12/2019)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori