testata ADUC
Processo narco El Chapo a New York. Tra torture ed esecuzioni dei rivali Los Zetas
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
25 gennaio 2019 12:14
 
Cos'altro potrebbe essere considerato nel processo contro Joaquín El Chapo Guzmán che la giuria non sapeva? Alla domanda del giudice Brian Cogan è stata data una risposta macabra dall'ultimo collaboratore presentato dall'ufficio del Procuratore, che conclude in questo modo le sue vicende con il leader del cartello di Sinaloa. Isaías Valdez, in arte Memin, ha raccontato di come il suo capo abbia torturato e ucciso un membro dell'Arellano Felix e due del gruppo rivale degli Zeta.
Questo collaboratore ha descritto con naturalezza due episodi violenti nei quali El Chapo stesso era il killer. Il primo tra il 2006 e il 2007, nella città di Bastantitas, a Durango. Ismael El Mayo Zambada, secondo quanto ha raccontato, aveva inviato un membro del cartello di Arellano Felix sul suo aereo. "Era già stato abbastanza torturato", ha spiegato, "con il corpo bruciato da un ferro rovente e con segni di fiamme di accendini". La maglietta ce l’aveva attaccata alla carne. El Chapo era sconvolto, secondo Memin, quando fu informato. "Perché ci hanno mandato un tale bastardo?" Chiese Guzman. Trascorsero tre giorni finché venne a trovarlo e lo interrogò per ottenere informazioni sugli altri membri del cartello che erano in zona. Decisero in quel momento di portarlo altrove e metterlo in un pollaio. "E’ stato lì dentro per diversi giorni", ha detto, "puzzava completamente di marcio". El Chapo fece scavare una buca, poi tirò fuori una piccola pistola e gliela puntò sulla testa sul bordo di quella che sarebbe stata poi la sua tomba e gli fece ulteriori domande. "Sembrava che avesse paura", ha detto Memin. E mentre gli rispondeva, " uno di loro gli sparò", dopo averlo chiamato figlio di puttana. La pistola era molto piccola, calibro 25, quindi non morì all'istante. "Stava ancora cercando di respirare", ha detto Memin, prima di passare al secondo racconto.
Sempre tra il 2006 e il 2007, nella città di Coluta, sempre nello Stato di Durango. "Ci hanno inviato un regalo", disse a El Chapo. Questa volta proveniva dalla località di Dámaso López, dove erano stati catturati due del cartello dei Los Zetaa. Guzman ordinò di metterli in una capanna dove tenevano l'erba per il bestiame e, per farli parlare, di cominciare a "scaldarli" con delle percosse. Poi El Chapo disse di cercare un baule e un posto sperduto nella montagna dove poterli torturare. "Il baule non l'aveva chiesto per sembrare gentile," commentò con una mezza risata, "e quindi iniziò a colpirli." "Non potevano muoversi, avevano le ossa rotte". El Chapo usò anche usato il suo fucile per colpirli mentre chiedeva loro perché lavorassero per Los Zetas, e perché lo tradissero visto che operavano nella stessa zona controllata dal cartello di Sinaloa. Dopo tre ore, chiese di aprire una grande fossa nel terreno, di prendere della legna e accendere un fuoco. A tarda notte, presero i due uomini e li portarono al fuoco. Memin ha spiegato che furono messi su una griglia formata da quattro ruote di due moto. Quando erano ancora vivi, sulla testa di uno dei due El Chapo puntò la sua pistola col proiettile in canna e gli sparò dopo aver chiamato sua madre una puttana. "Poi fece lo stesso con l’altro". Una volta ammazzati, bruciarono i loro corpi. "Non rimase nemmeno un osso".
Il falò rimase acceso fino all'alba.
Isaías Valdez ha anche raccontato come ha eseguito diversi ordini ricevuti da Joaquín Guzmán per uccidere due "topi" che stavano informando le autorità. Ha anche raccontato di uno scontro che ebbero con membri del cartello di Beltrán Leyva in una stazione di servizio alla periferia di Culiacán, in cui otto persone della banda rivale furono uccise.
Memin è stato agli ordini di El Chapo per un decennio. Si unì al cartello di Sinaloa dopo aver lasciato le forze speciali dell'esercito messicano. Ha iniziato a lavorare nel gruppo addetto alla sicurezza del narcotrafficante nelle sierre di Sinaloa. Lo ha fatto in seguito anche per i figli di Joaquín Guzmán e divenne uno dei suoi piloti.
La sua storia serve alla Procura per sostenere la prima delle 10 accuse contro il narcotrafficante, come leader di una banda criminale, per cui potrebbe essere condannato all'ergastolo.

(articolo di Sandro Pozzi, pubblicato sul quotidiano El Pais del 25/01/2019)


 Qui gli articoli pubblicati sul processo di New York:

- Si apre a New York il processo al narcoboss messicano El Chapo. Miti e leggende (05/11/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/si+apre+new+york+processo+al+narcoboss+messicano+el_28676.php

- Processo narco El Chapo a New York entra nel vivo. Come i costi lievitano dalla distribuzione al dettaglio (15/11/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+el+chapo+new+york+entra+nel+vivo+come_28729.php

- Processo narcos El Chapo a New York. La metamorfosi dell'arricchito (28/11/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+narcos+el+chapo+new+york+metamorfosi+dell_28803.php

- Processo boss narcos El Chapo a New York. Le testimonianze (02/12/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+boss+narcos+el+chapo+new+york_28825.php

- Processo boss narcos El Chapo a New York. Quanto si è appreso dopo cinque settimane (12/12/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+boss+narcos+el+chapo+new+york+quanto+si_28866.php

- Processo El Chapo a New York. Una finestra sulla violenza del narco (16/12/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+el+chapo+new+york+finestra+sulla+violenza_28893.php

- Processo El Chapo a New York. Il narco è una calamita per i turisti (19/12/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+el+chapo+new+york+narco+calamita+turisti_28905.php

- Processo El Chapo a New York. Il maggior trafficante del narco racconta come lo ha tradito (19/12/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+el+chapo+new+york+maggior+trafficante_28909.php

- Processo El Chapo a New York. La costosa difesa del narco che nessuno sa come verrà pagata (23/12/2018)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+el+chapo+new+york+costosa+difesa+narco+che_28931.php

- Processo narco El Chapo a New York. Riprese le udienze (04/01/2019)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+riprese+udienze_28982.php

- Processo narco El Chapo a New York. Le intercettazioni (09/01/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+intercettazioni_29007.php

- Processo narco El Chapo a New York. L’intreccio con sua moglie Emma Coronel e la sua infedeltà (10/01/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+intreccio+sua_29010.php

- Processo narco El Chapo a New York. Come funzionano le comunicazioni ‘interne’ di un cartello (12/01/2019)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+come+funzionano_29028.php

- Processo narco El Chapo a New York. Le fughe tra le montagne di Sinaloa (15/01/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+fughe+montagne_29038.php

- Processo narco El Chapo a New York. Corrotto il presidente messicano? (16/01/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+corrotto_29040.php

- Processo narco El Chapo a New York. La testimonianza dell’amante e politica dello Stato di Sinaloa (18/01/2019)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+testimonianza+dell_29045.php

- Processo narco El Chapo a New York. Tra torture ed esecuzioni dei rivali Los Zetas (25/01/2019)
https://droghe.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+torture+esecuzioni_29085.php

- Processo narco El Chapo a New York. Intanto tutto cambia a Sinaloa... per restare uguale (27/01/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+intanto+tutto_29093.php

- Processo narco El Chapo a New York. Uno spettacolo! (30/01/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+spettacolo_29110.php

- Processo narco El Chapo a New York. E' Zambada il capo del cartello di Sinaloa? (02/02/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chap+new+york+zambada+capo_29127.php

- Processo El Chapo a New York. Un narco giudicato dai gringos (02/02/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+el+chapo+new+york+narco+giudicato+dai_29129.php

- Processo narco El Chapo a New York. Slitta il verdetto della giuria (06(02/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+slitta+verdetto_29146.php

- Processo narco El Chapo a New York. Le chiavi di un processo spettacolo (09/02/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+chapo+new+york+chiavi+processo_29161.php

- Processo narco a New York. La turbolenta vita di El Chapo (10/02/2019)
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+new+york+turbolenta+vita+el+chapo_29163.php

- Processo narco El Capo a New York. Giuria: è colpevole
https://www.aduc.it/articolo/processo+narco+el+capo+new+york+giuria+colpevole_29173.php
 
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori