testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Cannabis light e libri. Mondadori decide di non venderli. Radicali: grave vietare queste vendite
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 maggio 2019 11:31
 
Mondadori non vendera' nelle sue  librerie i libri della collana Read&Wead - Grandi autori in erba, che pubblica classici in formato 'mignon' accompagnati da un grammo di cannabis legale. "Sono profondamente dispiaciuta come editore e prima ancora come madre per quanto accaduto relativamente al volume della collana Read&Weed, pubblicato dalla casa editrice Plantasia. Volume che la Mondadori non mettera' in vendita nelle librerie con il suo marchio", ha dichiarato Marina Berlusconi, presidente di Mondadori.
E intanto Fratelli d’Italia, con la promozione e partecipazioni di diversi suoi parlamentari, davanti alla libreria Feltrinelli di piazza Colonna a Roma ha organizzato un flash mob con slogan di questo tipo: “Droga spacciata per cultura"; "L'erba sbarca in libreria"; "Non mandate in fumo la cultura"; "No alla cultura della droga libera"; "Liberiamo la cultura dalla droga".

"È gravissimo che si vieti la vendita e la distribuzione di libri perché a essi è collegato un prodotto legale. Intorno alla cannabis light si sta levando un clima da caccia alle streghe, questo proibizionismo è ridicolo perché si accanisce contro l'unica parte di mercato innocuo e legale non essendo in grado di affrontare il mercato illegale in mano alle mafie", lo denunciano la tesoriera di Radicali Italiani Antonella Soldo e Riccardo Magi, deputato radicale di +Europa.
"Invece di inscenare flash mob contro qualcosa di legale, i parlamentari dovrebbero lavorare in Aula a provvedimenti per gestire in modo serio e responsabile il fenomeno dell'uso delle sostanze", affermano. "Siamo disponibili a organizzare con la casa editrice Plantasia iniziative per favorire la vendita e la distribuzione dei loro libri, nell'ambito della nuova campagna WeeDo di Radicali Italiani per la legalizzazione della cannabis", concludono.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori