testata ADUC
IMU a contratti di locaz. a canone concordato
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
16 marzo 2023 0:00
 
Mi sta capitando quanto segue:Il Comune di Cotignola (RA) ha Deliberato per i contratti di affitto a canone concord.l'applicazione di una aliquota ridotta del 8,6per mille che abbiamo regolarmente applicato,ma ora ci viene contestata l'applicazione della aliq.ridotta in quanto non è stato inviato il contratto di affitto, la descrizione deliberativa della fattispecie recita:...oppure devono essere completi dell'attestazione di conformità a detti accordi a condizione che venga trasmessa entro il termine perentorio per il pagamento del saldo di imposta,in allegato al MODELLO di trasmissione predisposto dall'ufficio,compilato e sottoscritto,una copia del contratto concordato per la nuova locazione... che non è stato inviato e ci viene richiesto la restituzione delle annualità 2019-20-21-22 la domanda è se è da ritenere legittimo il non riconoscimento dell'aliquota prevista per tali tipologia di contratti per non aver allegato contratto di affitto a canone concordato debitamente registrato e quindi disponibile presso altro ufficio pubblico AGENZIA DELLE ENTRATE Grazie
Gian Luigi

Risposta:
dovrebbe recuperare la delibera per l'accettazione della riduzione dell'aliquota IMU, che comunque il comune ha diritto a verificarne la legittimazione tariffaria visionando il contratto locativo. E' noto infatti che gli uffici dell'AdE non comunicano affatto con quelli comunali.
Se ci sono i termini per la consegna di quanto richiesto, si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di messa in mora
allegando copia dei contratti e intimando il ritiro dell'ingiunzione.
Entro i termini previsti sull'atto potra' eventualmente ricorrere legalmente presso la CTP.
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS