testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Droga nei maccheroni spediti ai detenuti
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
26 settembre 2020 18:11
 
Droga nei maccheroni e telefoni cellulari tra le sfoglie delle lasagne spedite dai parenti ai detenuti nel carcere di Rossano in Calabria. Gli stratagemmi per superare i controlli sono molteplici e fantasiosi. Quelli scoperti dagli agenti della polizia penitenziaria del carcere calabrese eguagliano la famosissima lima per segare le sbarre nascosta nella torta. I pacchi di pasta destinati a un detenuto e spediti da parenti, sono stati meticolosamente controllati dagli agenti che hanno trovato infilato nei grossi maccheroni, cio’ che sembrano essere dosi di cocaina e stecche di hashish. Ingegnoso anche lo stratagemma per spedire i minicellulari. I detenuti, infatti, oltre a non poter incontrare nessuno, neanche possono accedere a mezzi di comunicazione senza le dovute autorizzazioni, ma un telefonino nascosto sotto la branda torna utile, non solo per avere contatti con i familiari ma anche, in casi di boss, per poter continuare a gestire e dare ordini alle organizzazioni anche dall’interno del carcere. I cellulari sequestrati dagli agenti della penitenziaria del carcere di Rossano, erano nascosti tra le sfoglie di lasagne, ovviamente ancora da cucinare, contenute in una confezione sigillata come se fosse appena uscita dal un supermercato.
(Cronache della Campania del 25/09/2020)

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori