testata ADUC
 FRANCIA - FRANCIA - Il potere d'acquisto percepito
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
21 giugno 2007 0:00
 
Il presidente Nicolas Sarkozy parla di "un problema di potere d'acquisto in Francia". E l'Insee sembra dargli ragione. Una sua indagine rileva che la percezione delle famiglie a questo riguardo e' molto peggiore della realta'. "Il potere d'acquisto ha avuto una crescita piu' vivace nel 2006 rispetto al 2005 (+2,3% dopo +1,7%)", ha spiegato l'esperto Fabrice Lenglart. Certo, se si torna indietro, c'e' un rallentamento, una crescita annua del 2% contro il 3,5% nel periodo 1998-2002. Ma e' pur sempre un aumento e non un calo come viene percepito. La "distorsione" tocca soprattutto i nuclei che hanno molte spese obbligate e non negoziabili (affitto, trasporti, imposte, riscaldamento, comunicazioni, assicurazioni). E' qui il divario. Se nel 1960 le spese obbligate rappresentavano il 20% del reddito, nel 2005 toccavano il 36%.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori