testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Vacanze di sole due settimane per gli italiani
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
16 gennaio 2018 16:24
 
Tocca ai britannici di British Airways evidenziare una caratteristica degli italiani che le agenzie hanno individuato da parecchio tempo: si accorciano sempre di più i tempi delle vacanze, tanto che nel 2017 il 76% dei lavoratori tricolore non è arrivato a prendere 2 settimane di ferie.
Il 76% non fa 2 settimane di ferie
Un’indagine commissionata dal vettore a Atomik Research ha dato origine a una mappatura delle vacanze in 12 Paesi del mondo: Stati Uniti, Gran Bretagna, Sud Africa, India, Giappone, Malesia, Singapore, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Italia e Hong Kong. 
E il risultato evidenzia quello che la travel industry della Penisola dice da tempo: la durata delle vacanze per i clienti del Bel Paese si contrae sempre di più. 
La maggior parte degli italiani (76%) non è arrivato a prendere 2 settimane di ferie nel 2017, dice l’indagine, e il 22% dei nostri connazionali ha affermato che la loro ultima vacanza da 2 settimane risale a oltre 2 anni fa. Ovviamente questo comporta che il 61% degli intervistati avrebbe voluto spendere più tempo nella destinazione visitata durante l’ultima vacanza. 
Le motivazioni
Nonostante la maggior parte delle persone con un lavoro da impiegato (71% del campione intervistato) abbia la possibilità di usufruire di due settimane di ferie, il 40% non ha potuto farlo per motivi lavorativi; molto spesso si tratta di una forma di timore, perché secondo l’analisi il 42% degli intervistati crede che prendere 2 settimane di ferie non sia ben visto o scoraggiato sul posto di lavoro. In generale, il 72%finisce per perdere le vacanze non godute perché non riesce a utilizzarle in tempo.
Il vizio del last minute
Nonostante la maggior parte delle persone possa andare in vacanza fino a dicembre, maggio e giugno sono i mesi in cui gli italiani iniziano a pensare seriamente alle ferie. Al contrario, in Francia si inizia a pensare alle ferie a gennaio, con l’ansia da prenotazione che sale tra marzo e aprile, mentre in Germania le prenotazioni si risolvono esclusivamente tra gennaio e febbraio. 
E questo è uno dei motivi per cui le agenzie hanno spesso difficoltà a trovare sistemazioni adeguate per i clienti italiani, che arrivano molto in ritardo rispetto ai viaggiatori del resto dell’Europa.
(articolo di Cristina Peroglio - TTG-Italia)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori