testata ADUC
Dario Fo
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
14 ottobre 2016 13:41
 
 Vidi Dario Fo in uno spettacolo teatrale a Roma, in un teatro tenda. Bravo, bravissimo, non c'e' che dire. Rimasi trascinato durante tutta la rappresentazione e ne uscii entusiasta. Devo dire che poche volte ho provato la sensazione di essere partecipe in modo cosi coinvolgente. Solo pochi altri, Carmelo Bene e Paolo Poli, mi hanno dato sensazioni analoghe. E' stato insignito del premio Nobel per la Letteratura nel 1997. Non so valutare, prendo atto. C'e', pero', un altro Fo che non mi convince. Carla Ruocco, deputata pentastellata lo ha definito "guida morale". Non sono d'accordo. Fo fu paracadutista nell'esercito repubblichino di Salo' (prendo atto) per poi passare alla sponda opposta (prendo atto). Sostenne alle elezioni la lista Rivoluzione Civile del magistrato Antonio Ingroia e il Movimento 5 Stelle. Pero', come puo' definirsi "guida morale", cioe' maestro, una persona che passa da una sponda all'altra? Ovvio che ognuno ha il diritto di cambiare idea, ci mancherebbe, ma quale percorso puo' indicare una "guida" che, nel corso del tempo, una volta indica il nord e l'altra il sud? 
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori