testata ADUC
Regioni. Coronavirus: se 50 mila morti non gli bastano
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
24 novembre 2020 13:34
 
  Non bastarono 17 milioni di morti della Prima Guerra (1914-1918) perché, privi di memoria, i governanti ne fecero un'altra, la Seconda (1939-1945), che provocò 60 milioni di morti.

Sembra che la memoria non coinvolga la mente dei presidenti di regione, detti impropriamente governatori, perchè premono per la apertura degli impianti sciistici.
Insomma, 50 mila morti per Coronavirus non gli sono bastati.

Emblematico è il caso della Lombardia, a guida leghista: ha il 40% dei morti sul totale, cioè 20 mila decessi.

Cosa significano queste percentuali?
Che il sistema sanitario lombardo, pur avendo ospedali di livello, è stato travolto dalla pandemia.

Negli ultimi 25 anni la sanità lombarda è stata affidata, in buona parte, a strutture private in convenzione, per specialità sanitarie lucrative, come la chirurgia cardiaca e l'oncologia, trascurando i servizi di prima linea.

La scelta è stata politica e la responsabilità ricade sui partiti, Forza Italia e Lega, che non hanno saputo armonizzare le esigenze sanitarie territoriali con quelle specialistiche e private, sicchè, oggi, la Lombardia, o meglio i suoi abitanti, scontano scelte sbagliate di chi li ha governati.

Servirà questa tragica esperienza? Non crediamo, visto che il presidente lombardo, Attilio Fontana, pone le esigenze delle imprese prima di quelle della salute dei cittadini.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori