testata ADUC
Roma Capitale. Il complottismo
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
3 luglio 2019 9:29
 
 Bevendo un caffè al bar mi sono imbattuto in un signore, di una certa età, con il quale ho intrattenuto una breve conversazione sullo stato di Roma. Ebbene, per questo signore, il problema dei rifiuti era dovuto a qualcuno interessato a mantenere la città sporca; anche per i trasporti, il fatto che gli autobus prendessero fuoco, era dovuto ai soliti interessi di qualcuno che voleva creare confusione; per ultimo, il signore in questione, sosteneva che le famigerate buche stradali romane non esistevano, almeno nel quartiere dove, lui ed io, abitiamo.
La conversazione è finita lì.

Il complottismo è l'attribuire a forze non meglio definite, il compiersi di determinati eventi. E' un atteggiamento mentale maniacale, acritico e fideistico, privo di riscontri, che serve a giustificare una realtà alla quale non si riesce a dare una risposta razionale.

E' utile a chi è al potere per mantenere il consenso; infatti, la sindaca Virginia Raggi dichiara che quella dei rifiuti è "una crisi stabilita a tavolino".
Quale miglior ragione, irrazionale, si può offrire ai propri adepti per giustificare la propria incapacità di amministrare la Capitale d'Italia?
All'inizio del mandato della sindaca Raggi, gli adepti sostenevano il "dategli tempo", ora che il tempo è trascorso, sono passati più di tre anni, si afferma la teoria del complotto.

Quando si crescerà, di testa, sarà sempre troppo tardi.
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori