testata ADUC
Roma Capitale. Atac e la vittoria del SI che la Raggi non vuole proclamare
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
21 gennaio 2021 13:01
 
  Per far adempiere a un dovere di ufficio, si è dovuti ricorrere alla magistratura che ha imposto la proclamazione del risultato del referendum, svolto nel 2018, sulla messa a gara del servizio di trasporto pubblico a Roma che, ora, è svolto dall'Atac, l'azienda comunale.
L'Aduc ha partecipato al Comitato promotore del referendum.
Chi doveva proclamare questo risultato? La sindaca Virginia Raggi, che non lo ha fatto. Ora, il Tribunale amministrativo del Lazio ha imposto alla sindaca quello che era, ed è, suo dovere fare: proclamare la vittoria del SI.
Nel frattempo sono passati 2 anni senza che la sindaca Raggi adempisse a un suo preciso dovere di ufficio.

Dicevano che il M5S era per la democrazia diretta. Alla prova, i fatti sono opposti.
Da ricordare alle prossime elezioni comunali.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori