testata ADUC
Comunicazione urgente ad amministratore di condominio che non vuole farsi trovare
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
7 dicembre 2019 0:00
 
Buongiorno, ho la urgente necessità di comunicare all'amministratore di condominio, la presenza di notevoli infiltrazioni di acqua piovana nei soffitti di bagno e nella cucina provenienti dalla terrazza soprastante e di chiedere nel contempo anche l'apertura del sinistro con la compagnia di assicurazione del condominio. Il problema però è che, trattandosi di un piccolo appartamento fuori Roma, il cui condominio si popola solo d'estate e rappresentato per lo più da seconde case, e poichè l'amministratore ha l'abitudine di cambiare continuamente indirizzo dello studio senza avvisare per iscritto i condomini, al cellulare è irreperibile, e non conosco il suo indirizzo di residenza, come posso fornirgli comunicazione di ciò in modo ufficiale e perentorio? In considerazione poi del fatto che non c'è né una pec del condominio, né una pec sua personale, ho provato a scrivere alla sua email personale, alla quale non ha mai risposto, già dallo scorso anno, e comunque la comunicazione tramite email non ha valore legale. Vi domando pertanto se posso provare a fare una denuncia cautelativa ai CC e/o alla Polizia di Stato, oppure provare a chiedere l'intervento dei vigili del fuoco, oppure a scrivere all'Ufficio Tecnico del Comune dove è ubicata l'abitazione?, tanto per avere una prova inconfutabile e certa che ho denunciato il fatto al Condominio, per potere ottenere sia la riparazione urgente nel lastrico solare soprastante e sia eventualmente per agire a scopo di risarcitorio, nel caso in cui la compagnia di assicurazione si rifiuti di risarcire il danno? Infine c'è da segnalare che l'acqua, internamente alle pareti, potrebbe essere sces del sinistro)a anche ai piani inferiori con possibile nocumento per tutta la colonna di appartamenti interessati. Ringraziando per l'attenzione ed in attesa di un cortese cenno di riscontro, invio cordiali saluti.
Alessia, dalla provincia di RM

Risposta:
Si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di messa in mora:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
indirizzata sia al condomino del terrazzo, sia all'indirizzo ultimo conosciuto dell'amministratore, intimando l'immediato intervento risolutivo (che potrebbe far seguito in base alle condizioni di necessità e urgenza), del quale alleghera' dettagliata dovumentazione fotografica ed eventualmente conteggiando un primo conteggio dei danni.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori