testata ADUC
 USA - USA - Cannabis terapeutica. I dubbi su CBD e fibromialgia
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
11 gennaio 2021 17:08
 
Il cannabidiolo (CBD) è ampiamente pubblicizzato come utile per la gestione del dolore cronico, ma la ricerca è limitata. Utilizzando un sondaggio trasversale e anonimo, abbiamo esaminato i modelli di utilizzo naturalistico del CBD tra gli individui con fibromialgia (FM) e altre condizioni di dolore cronico. Il nostro obiettivo era comprendere meglio i tassi di utilizzo del CBD, i motivi per l'uso e l'interruzione, la comunicazione con gli operatori sanitari sul CBD e la percezione dell'efficacia e della sicurezza del CBD tra le persone con FM. Dopo aver escluso i sondaggi incompleti, lo studio era composto da N = 2701 partecipanti con fibromialgia, principalmente negli Stati Uniti. Complessivamente, il 38,1% ha riferito di non aver mai usato CBD, il 29,4% ha riferito un uso passato di CBD e il 32,4% ha riferito un uso corrente di CBD. Il consumo di cannabis nell'ultimo anno era fortemente associato all'uso passato o attuale di CBD. Quelli che usano il CBD in genere lo fanno a causa di un inadeguato sollievo dai sintomi, mentre quelli che non usano il CBD in genere citano problemi di sicurezza come motivo per non usare il CBD. Due terzi dei partecipanti hanno rivelato l'uso del CBD al proprio medico, sebbene solo il 33% abbia chiesto consiglio al medico sull'uso del CBD. I partecipanti hanno utilizzato il CBD per numerosi sintomi correlati alla FM (più comunemente dolore) e generalmente hanno riportato un miglioramento da lieve a molto nei domini dei sintomi. Circa la metà dei partecipanti ha riportato effetti collaterali, che erano tipicamente minori.
I nostri risultati sono limitati dal bias di selezione e dal nostro disegno trasversale, che previene le associazioni causali. In conclusione, l'uso del CBD è comune tra le persone con FM e molte persone che usano il CBD riportano miglioramenti in numerosi sintomi correlati alla FM. I nostri risultati evidenziano la necessità di ulteriori studi rigorosi per comprendere meglio il potenziale del CBD per la gestione della FM.
Prospettiva: questo articolo indica che l'uso del CBD è comune tra le persone con fibromialgia e i risultati suggeriscono che molti traggono beneficio dall'uso del CBD in più domini dei sintomi. I medici dovrebbero discutere l'uso del CBD con i pazienti con fibromialgia e sono necessari studi futuri per valutare rigorosamente il valore terapeutico del CBD per i sintomi della fibromialgia.

Per approfondire

(da Journal of Pain del 02/01/2021)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori