testata ADUC
 LIBANO - LIBANO - Cannabis terapeutica e industriale. Approvata legge
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
22 aprile 2020 17:33
 
Riunitosi per la prima volta dall'istituzione dello stato di mobilitazione generale in Libano lo scorso 15 marzo, il parlamento di Beirut ha legalizzato la coltivazione della cannabis per uso medico. Lo riferisce il portale d'informazione libanese "Naharnet". Il Libano diventa cosi' il primo paese arabo ad adottare una simile misura. La legge imporra' rigidi controlli sulla coltivazione e saranno aziende farmaceutiche private a fornire i semi ai coltivatori. Benche' illegale, la coltivazione di cannabis e' tra le maggiori fonti di sostentamento nella valle della Bekaa, nel Libano orientale, il che rende il paese dei cedri il terzo maggior produttore mondiale di cannabis (per lo piu' trasformata in hashish) dopo Marocco e Afghanistan secondo i dati delle Nazioni Unite. Durante gli anni della guerra civile, il Libano produceva oppio e cannabis per circa 500 milioni di dollari l'anno. Se alla fine del conflitto le autorita' hanno aumentato i controlli, lo scoppio della guerra in Siria ha dato nuovo slancio alla coltivazione. L'iniziativa di legalizzare la coltivazione sembra essere stata inclusa dall'agenzia di consulenza McKinsey & Co. tra le misure per stimolare l'economia libanese in un rapporto richiestole dal governo di Beirut. Al provvedimento si sono opposti i deputati del partito sciita Hezbollah e numerosi parlamentari indipendenti. 
(Nova)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori