testata ADUC
Divieto di fumo nei parchi fiorentini. Perché è inopportuno
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
11 giugno 2021 10:29
 
“Dopo la pandemia è importante diffondere un modo diverso di vivere lo spazio pubblico salvaguardando la salute pubblica e migliorando la qualità dell’aria. Per questo crediamo che vietare il fumo nei giardini pubblici sia un importante gesto di civiltà”. Così l’assessore fiorentino di Palazzo Vecchio Cecilia Del Re che si appresta a presentare un’ordinanza comunale in merito.

“Migliorare qualità dell’aria”… questo dovrebbe accadere in un parco non consentendo ad un genitore, per esempio, mentre il proprio bimbo gioca nella specifica area di godersi il proprio vizio a margine della stessa area, o a chi si fa una passeggiata per conto proprio magari cercando un posacenere che non c’è, posacenere che invece ci sono in quasi tutti i bidoni sui marciapiedi. Strano concetto di “qualità dell’aria”, assolutamente non compromessa da chi fuma una sigaretta (ovviamente non addosso a chi non gradisce), concetto dove il limite tra propaganda/demagogia e realtà è indefinito.

E tutto questo in un Paese che, per l’emergenza sanitaria, non ha reso obbligatorio il vaccino. Ben altra qualità quella compromessa dal covid. Certo, chi non si vaccina non dovrebbe svolgere alcuni servizi per cui è fondamentale l’immunità, ma non renderlo obbligatorio è un gesto di responsabilità soprattutto come appello ai titubanti.

E quindi: perché non fare altrettanto per il fumo nei parchi. Che sono cosa ben diversa dai locali chiusi. Così com’è nei tavolini all’aperto dei locali pubblici.

Forse non ci si pensa perché si crede che l’estremo sia mediaticamente e politicamente più appagante, ché altrimenti non si verrebbe notati e sui propri profili social ci sarebbero meno like.

Ps
lo scrivente non fuma ed è convinto pro-vax
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori