testata ADUC
Firenze. La foto di un degrado: stazione SMN
Scarica e stampa il PDF
21 gennaio 2024 12:30
 

 La principale porta d'ingresso della città di Firenze, la stazione SMN. Visto che i treni sono sempre in ritardo, è importante che ci siano diversi negozi e librerie, alcune gallerie commerciali, anche se per comprarsi un gelato dal Venchi ci vuole un mutuo e mezzo mutuo per gli altri servizi di ristoro. Le file interminabili per prendere i taxi che non ci sono e che… altrettanto mutuo. La struttura è in permanente rifacimento e con gocciolio all’interno quando piove. Un luogo per aspettare e sedersi… inesistente.

Ora, come denunciato da un quotidiano locale, l’arrivo di un fast food (più costoso di quelli all’esterno, quindi in linea coi prezzi interni della struttura) al lato delle scalette di via Alamanni, Five Guys. Una miglioria rispetto ai pali neri della tramvia… dove, tettoie assenti, quando aspetti o ti ustioni o ti bagni.

Firenze centro area Unesco, “mai più mangiatoie”, dice il Comune? Non si può per Five Guys, la stazione è extraterritorialità a vantaggio Fs, proprio come, in sostanza, il trasferimento delle licenze all'interno della stessa area, motivo per cui le mangiatoie continuano ad aprire dovunque, e tutte sempre con mutuo da stipulare per goderne. 1.194 attività di somministrazione (dati 2020) contro le 272 del 2005: mangiatoie quadruplicate, 240 locali a chilometro quadrato.

Se poi si prende il sottopassaggio verso piazza dell'Unità d’Italia / via Panzani, prima di uscire si attraversa una galleria con effetto acquario, manco fossimo a Los Angeles e non avessimo immagini (la Venere di Botticelli?) valide per una città come Firenze.

Una curiosità di questi giorni. L’ex-ospedale san Giovanni di Dio di Borgognissanti, che sembra sia stato deciso di non tenerlo più abbandonato. A Palazzo Vecchio dicono che non sarà destinato a studentati (come oggi vengono chiamati le residenze di lusso per studenti), hotel di lusso e ostelli, ma a “social housing" per i giovani (quelle che una volta si chiamavano case popolari).... noi non ci crediamo… case popolari in Borgognissanti… vuoi che non venga fuori una qualche extraterritorialità o variante Unesco?

Benvenuti a Firenze.

Qui il video sul canale YouTube di Aduc

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS