testata ADUC
Giovani studenti e diritti consumatori. Ma chi dovrebbe insegnare loro, conosce questi diritti?
Scarica e stampa il PDF
24 gennaio 2024 11:43
 

Antitrust ha fatto un’indagine tra giovani studenti (11-18 anni) per verificare la loro consapevolezza come consumatori (1). Tutto sommato… poteva andare peggio, visto che quasi i due terzi, per esempio, sanno che hanno diritto alla riparazione di un oggetto in caso di acquisto non conforme e 1 su 3 dichiara di conoscere le fondamenta del Codice del Consumo.

Non è sufficiente, certo. Ma riteniamo che sia un risultato sorprendente se consideriamo cosa viene loro insegnato a scuola in ambito educazione civica. E molto probabile, che essendo questi ragazzi avvezzi ad acquistare soprattutto online, si siano fatta esperienza sufficiente da soli a farsi valere in merito.

Sottolineato che occorrerebbero maggiori ore e maggiore impegno scolsstico per l’educazione civica, senza che questa materia continui ad essere emarginata - quando va bene -al pari di scienze motorie e sportive…. rimane un problema gigantesco: chi dovrebbe insegnare loro, nella scuola e nella vita, conosce questi diritti?

Per la scuola abbiamo già detto e non ci sembra di scorgere all’orizzonte chissà quali iniziative in merito.

Per la vita (società e famiglia), non possiamo che rilevare:
- famiglia: dipende caso per caso, soprattutto dall’alfabetizzazione della stessa in materia e non solo. Ed essendo i diritti dei consumatori recente patrimonio scolastico e culturale, crediamo che siamo ancora in alto mare.
- società: quanti commercianti si prodigano ad informare, soprattutto a soggetti presumibilmente più deboli, al pari degli anziani, anche se i giovani sono più propensi ad apprendere?

Dalla nostra esperienza… siamo in un magma indefinito con spesso, soprattutto piccole e medie imprese, incapaci o finte incapaci di rapportarsi con chiarezza di diritti e doveri con i consumatori.

Le conclusioni che traiamo sono che, mentre questi giovani hanno in merito un buon livello di acculturazione, non si può dire che sia altrettanto per chi dovrebbe loro informarli, famiglia o società che sia.

Crediamo che i giovani siano molto più avanti della società che, invece, nel suo complesso, avrebbe bisogno di una informazione di massa e dettagliata, al pari di quelle che si fanno per far sì che tutti i cittadini abbiano dimestichezza con il digitale nel suo insieme.

Qui il video sul canale YouTube di Aduc


 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS