testata ADUC
Incidente Flixbus. Come stare attenti
Scarica e stampa il PDF
25 marzo 2024 12:07
 

Lo schianto di un pullman Flixbus di stanotte in autostrada vicino a Modena pone diverse domande e preoccupazioni. Indipendentemente da quello che sarà il risultato delle indagini per sapere come e perché è avvenuto, considerando che la quantità di incidenti su questo tipo di mezzi sono rari rispetto, per esempio, agli incidenti automobilistici in generale e anche rispetto a quelli ferroviari, non sono da sottovalutare una serie di aspetti.

Nello specifico si tratta di un pullman il cui percorso viene anche venduto a tariffe scontatissime tipo 6 euro (Roma-Milano), ma che per questo non dovrebbe coinvolgere la sicurezza per la messa su strada, la manutenzione e la guida. Tra l’altro, da quello che sappiamo, vengono usati anche mezzi abbastanza nuovi. 

 Per chi li usa è importante verificare, quando la percorrenza è maggiore di 4 ore e mezza, che ci siano due autisti e che, per un percorso massimo di 18 ore, si alternino alla guida essendosi riposati mentre non guidano. E’ difficile che questa norma non sia rispettata in  mezzi di trasporto di linea, mentre non si può escludere in noleggi specifici.

Altro aspetto importante è la velocità (causa per eccellenza degli incidenti) che, nelle autostrade non può eccedere i 100 Kmh, che diventano 80 nelle strade extraurbane. Questo aspetto può essere importante specialmente per i pullman di linea ché, dovendo rispettare degli orari, nella totale imprevedibilità di tempi dovuta al traffico, non si può escludere (nonostante ci sia una  scatola nera a bordo che registra tutto) che alcuni autisti vadano oltre. Un richiamo dei passeggeri che si rendono conto di questi sforamenti, può essere importante.

Insomma, spostarsi con pullman per lunghe percorrenze, se spesso ha dei costi che sono molto competitivi con, per esempio, il treno, non ci si può dimenticare che ci muoviamo in contesti in cui l’incidentalità è molto alta. E per quanto l’esperienza degli autisti dovrebbe essere superiore alla media di qualunque altro autista, il coinvolgimento passivo in altri incidenti è il pericolo maggiore… ma non solo, visto quanto accaduto a Modena stanotte.

Qui il video sul canale YouTube di Aduc

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS