testata ADUC
Telemarketing. Gli inutili codici di condotta
Scarica e stampa il PDF
18 marzo 2024 13:04
 

Il Garante della Privacy ha approvato un ennesimo codice di condotta per il telemarketing che, a breve, dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore.

Insomma, chi già fa telemarketing attenendosi alle regole, continuerà a farlo con lo stesso metodo. Chi delle regole se ne frega, continuerà nello stesso modo.

E’ il destino dei codici di condotta, non leggi, ma disposizioni che valgono per chi vi aderisce.

E tutto continua come prima.

Vale per tutti la pubblicità che ha un Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) che dovrebbe servire a divulgare una pubblicità responsabile ma che, se non ci fosse l’Antitrust con le norme per la pubblicità ingannevole, quando ci raccontano balle pur di venderci qualcosa, non potremmo fare niente.

Nel caso del telemarketing, che spesso viene utilizzato anche senza il consenso degli utenti (si ignora l’iscrizione allo specifico Registro delle opposizioni), se non c’è una norma che sanzioni in automatico chi viola la volontà già espressa di non essere disturbato, il Registro in sé e tutti i codici di condotta possibili e immaginabili, non servono a nulla.


Qui il video sul canale YouTube di Aduc

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS