testata ADUC
 OLANDA - OLANDA - Il ministro della giustizia spiega come e perché ha fatto bloccare le azioni di polizia contro la marijuana
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
20 ottobre 2020 13:39
 
Il governo olandese ha riferito lunedì 19 ottobre al Parlamento che ha intenzione di fermarsi e prendere tempo poiché non sono necessarie nuove norme per impedire alle persone di consumare o fumare cannabis in luoghi pubblici durante la pandemia di coronavirus.
Il governo ha ordinato un lockdown parziale il 13 ottobre, chiudendo i ristoranti ad eccezione dei servizi da asporto e vietando la vendita di alcol e marijuana dopo le 20:00.
Ma il Parlamento, preoccupato dalla prospettiva che le regole per i fumatori di erba potessero essere ancora più lassiste di quelle per i bevitori di alcol, ha approvato una mozione che ordinava al governo di garantire che fumare marijuana e hashish in pubblico non sarebbe stato tollerato nei luoghi pubblici tra le 20:00 e le 7:00.
Il ministro della giustizia Ferd Grapperhaus ha detto ai legislatori in una lettera che potrebbero essere leggermente distratti a causa della complessità delle leggi e delle pratiche esistenti nel paese.
Secondo la legge olandese, il possesso di marijuana rimane tecnicamente illegale, ha spiegato Grapperhaus. Sebbene la polizia di solito non applichi la legge contro le persone che detengono meno di cinque grammi, hanno sempre il potere di farlo.
Secondo la politica di tolleranza del paese, la droga viene venduta apertamente nei coffee-shop.
Ma le regole di blocco del 13 ottobre avevano già specificato che i caffè e i ristoranti sarebbero stati chiusi tranne che per i piatti da asporto e che le vendite di alcol, marijuana e hashish sarebbero state vietate dopo le 20:00.
Inoltre, ha scritto Grapperhaus, le riunioni di più di quattro persone sono temporaneamente vietate. Ciò garantisce che la polizia possa sciogliere un gruppo di persone indisciplinate che fuma marijuana, se mai dovessero verificarsi durante la pandemia.
"Pertanto, le richieste di questa mozione possono essere soddisfatte facendo uso dei poteri esistenti", ha spiegato il ministro.
(Reuters)

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori