testata ADUC
Monopattini e codice della strada. Quando la propaganda surclassa politica e istituzioni
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
11 agosto 2021 8:52
 
La vicenda del giovane morto in monopattino a Firenze sembra che abbia scoperchiato la pentola della politica istituzionale. Dentro la quale c’è di tutto: statisti, sfascisti, uomini sandwich e indifferenti.

Tra gli statisti annoveriamo l’arrivo del Sindaco di Firenze che, incassata a suo tempo la bocciatura del Tar per una sua ordinanza che rendeva obbligatorio il casco, ha capito che certe decisioni non sono di sua competenza ed ha promesso mobilitazione per modificare il codice della strada (1). Un plauso al Sindaco Dario Nardella.

Tra gli sfascisti ci sono le varie categorie e industrie del settore che - “pecunia non olet” - fanno più o meno lobby per cercare di non limitare l’uso del monopattino. Sono sempre di più le città che offrono il noleggio di monopattini che, grazie anche a condizioni ambientali/strutturali non idonee, ritroviamo nei posti più incredibili e fastidiosi al decoro e all’uso delle città.

Tra gli uomini sandwich è arrivato il presidente della Toscana che ha preannunciato che la “sua” Regione farà una legge sull’obbligatorietà del casco. Al momento sembra aver ottenuto l’effetto desiderato (cronache mediatiche nazionali e locali). Rimane il macigno su cui aveva già a suo tempo sbattuto il grugno il Sindaco di Firenze: la sentenza del Tar che ha ricordato che sulla materia è competente il legislatore nazionale. “Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico”. E la “diabolica” idea del presidente Eugenio Giani rientra nel suo stile amministrativo (2).

Infine ci sono gli indifferenti. Gli utenti dei monopattini che, già ora, usano o meno il casco. Oppure vanno in due (ne abbiamo visti anche tre) sul veicoletto, o carichi di pacchi come fosse il bagagliaio di un’utilitaria.

Oggi, dopo la morte del giovane l’altra sera a Firenze, la sicurezza e la certezza degli utenti vede il sopravvento dell’uomo sandwich, cioè la propaganda che surclassa politica e istituzioni.


1 - https://www.aduc.it/comunicato/monopattini+firenze+non+solo+finalmente+sindaco_33032.php
2 - https://avvertenze.aduc.it/toscana/comunicato/covid+toscana+flagello+giani_33028.php
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS