testata ADUC
Coronavirus e mercati finanziari: il tuo portafoglio è in linea con i tuoi obiettivi di vita?
Scarica e stampa il PDF
Editoriale di Alessandro Pedone
10 marzo 2020 16:40
 
 “L’occasione arriva solo a colui che è ben preparato.” Baruch Spinoza
Ieri i mercati finanziari sono tracollati come ai tempi del 2008.
Chi ci legge da tempo sa che noi crediamo fermamente che non sia possibile fare previsioni, ragionevolmente affidabili ed utili, sull’andamento dei mercati finanziari. Non abbiamo la più pallida idea, quindi, riguardo alla durata della crisi. Nessuno sa se queste discese siano solo l’inizio o se i mercati rimbalzeranno e torneranno a fare nuovi massimi.
Quello di cui siamo ragionevolmente certi però (perché lo vediamo dal tenore delle domande che ci arrivano sul sito Aduc) è che la grande maggioranza degli investitori ha investito in prodotti senza la necessaria consapevolezza e senza nessun reale obiettivo finanziario collegato alle proprie esigenze di vita e – di conseguenza – senza un piano.
In queste condizioni è del tutto normale che quando capita un giorno nel quale interi mercati finanziari perdono oltre il 10%, l’investitore vada in ansia.
In queste situazioni i vari venditori della finanza sono piuttosto bravi a non far vendere: d’altra parte sono formati fondamentalmente su questo. Ovvero a raccontare storie ai clienti per vendere meglio e tenerli nei prodotti che fanno guadagnare di più alle società che gli pagano lo stipendio o le provvigioni. Rassicurare è la parola d’ordine.
Se lo scrollone di borsa dura relativamente poco, la cosa fila liscia ed i clienti subiscono “solo” i danni legati ai costi eccessivi dei prodotti. Se il periodo negativo continua, i clienti non si accontentano più delle storie e rischiano di uscire proprio nei momenti peggiori.
Se invece hai un progetto d’investimento le cose sono completamente diverse. Completamente.
Immagina di aver destinato una parte del tuo patrimonio ad un obiettivo di vita per il quale sei profondamente interessato. Può essere legato ad un tuo caro: ad esempio, garantire un’eccellente istruzione universitaria ad un figlio. Può essere legato ad un tuo sogno (fare un giro intorno al mondo fra 10 anni). Può essere legato ad un tuo bisogno (integrare il tuo reddito in pensione). L’importante è che sia un obiettivo che per te è veramente importante. Ebbene se hai un piano di acquisti programmato sui mercati legato a questo obiettivo, il fatto che i mercati siano scesi del 10% in un giorno rappresenta per te un’opportunità, non un problema.
Ma, come diceva Spinoza, “l’occasione arriva solo a colui che è ben preparato”. Ciò che per la maggioranza delle persone può rappresentare un mezzo disastro, per altri può rappresentare un’opportunità. Ma questo è vero solo se vi è un piano, se la persona si è preparata.
Fare scelte finanziarie, per la massima parte, non è un discorso tecnico (certo esiste anche questa componente) e men che meno riguarda la capacità di prevedere dove andranno i mercati.
Fare scelte finanziarie significa prima di tutto fare chiarezza su cosa è veramente importante per te quindi cosa realmente vuoi dal tuo patrimonio. Fare questa chiarezza aiuta enormemente tutto il resto delle scelte finanziarie.

Per approfondimenti: Che cosa vuoi dal tuo denaro?
 
 
EDITORIALI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori