testata ADUC
Irriverenti perle quotidiane
Scarica e stampa il PDF
L'irriverente di François-Marie Arouet
9 marzo 2023 17:44
 
Diritto e rovescio
Credevo che la scuola italiana fosse messa male, ma non fino a questo punto. Ne ho parlato con una giovane e preparatissima insegnante di liceo che non a caso ha vinto il difficile esame di concorso nazionale per l'acquisizione della cattedra. Doveva spiegare D'Annunzio alla sua classe di un liceo classico creativo (uno dei tanti che, con qualifiche stravaganti, è cresciuto come un fungo alla periferia di una grande città). Si alza un caporione: «No, D'Annunzio no perché era fascista!». Il resto della classe invece insorge: "No, D'Annunzio era uno libero come Fedez". Si parla anche di "Luana" (anziché Liliana) Segre. Il più informato dice che era una capostazione ebrea che, approfittando delle sue competenze, riuscì a evitare il campo di sterminio nazista. Siccome fra i giovani prevale una cultura visiva, avendola spesso vista sui binari, aveva desunto che fosse una del ramo ferroviario. Purtroppo, maggioranza ed opposizione, di questo disastro, se ne fanno un baffo.
(Italia Oggi del 09/03/2023)

Indossa un maglioncino sintetico alla guida e ricarica la sua tesla per 50 km
Lercio.it

Secondo il rabbino capo di Gerusalemme: i terremoti sono la conseguenza dell'aumento dei matrimoni omosessuali in Israele https://limportant.fr/infos-moyen-orient/69/570160
@lecoindeslgbt

– Dottore, da un po’ di tempo mi succede un fatto strano! La mattina m’arzo, e mi viene subito ‘r marditesta e la voglia di vomità! Poi, dopo ‘na mezz’oretta, mi passa tutto. Cosa devo fare?
– Dé, s’arzi mezz’ora dopo!
Il Vernacoliere

Italiani nel mondo
Vado in una pasticceria francese per farmi fare una torta Sacher. La pasticciera, anche se è competente nel suo settore, non sa che cos'è. Cerco di spiegargliela ma non ci riesco. Le dico che è una torta viennese che va molto anche in Italia. Allora la pasticciera mi dice. «Attenda un attimo che le passo mio marito che è in laboratorio e che è italiano e con il quale si può spiegare meglio». Me lo passa al telefono ed io gli chiedo: «Lei è italiano?» Lui mi risponde. «No, sono pugliese!».
Iolanda Magìstretti. Italia Oggi

Delusioni che ti distruggono la vita:
- Un grande amore che ti abbandona
- Un'amicizia tradita
- La rilettura alla cassa del supermercato, quando hai il carrello pieno.
@lucillamasini

Meloni: “Dopo il CdM porteremo a Cutro anche l’America’s Cup”
Lercio.it

Lega - Salvini Premier
@LegaSalvini ·
Migranti, il Papa parla come #Salvini. "Fermare i trafficanti di esseri umani".
----------------
@makkox  
credo che oltre "il Papa parla come Salvini" ci sia solo "anche la Madonna si mette le felpe"

Superbonus e accise, nuova capriola del governo: “Chi ristruttura casa avrà sconti sulla benzina” 
Lercio.it

Niente microchip

In un ristorante di Madrid una turista vede portà ar tavolino accanto ar suo un piatto con du’ grosse palle. Sicché ni chiede ar cameriere cosa sono.
– Oggi c’era la corrida, signora, quelle sono le palle del toro!
– Senti, dé!  Ma sono bone?
– Squisite, signora! Un tipico piatto madrileno!
– Allora dé, lo voglio anch’io!!
– Vabbene, signora.  Ritorni venerdi, c’è un’altra corrida.
Sicché lei ci ritorna, e ‘r cameriere ni serve le palle.
– Davvero bone! – fa lei dop’avé mangiato. – Ma come mai oggi son così piccine?
– Sa, signora, oggi è morto ‘r torero….
Il Vernacoliere

E' in questa occasione che Bob ha compreso perché il suo collega gli pagava il pranzo tutti i giorni da due anni
@ComplotsFaciles
 

Migranti, Piantedosi rincara: “La mia famiglia mi ha educato a saper nuotare”
Lercio.it

embé, inequivocabile.... povera anarchia delle bandiere nere di Errico Malatesta
 
Un tizzio tutto pelato entra ‘n farmacia.
– Volevo quarcosa per i ‘apelli!
– C’è questa lozzione, signore! È ‘na ‘annonata!… Vole ‘r fracone grosso?
– No, mi basta vello piccino! A me ‘ ‘apelli mi garbano ‘orti!
Il Vernacoliere

– Pronto, chi parla?
– Carzature Marisa!
– Mi scusi, ho sbagliato numero!
– Allora ce lo riporti, si guarda di ‘ambiallo!
Il Vernacoliere

Du’ pazzi s’incontrano nell’ascensore.
– O te qui cosa ci fai?!  – ni chiede uno a quell’artro.
– Dé, si sono riguastate le scale!
Il Vernacoliere
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
L'IRRIVERENTE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS