testata ADUC
 MONDO - MONDO - Fame nel mondo in crescita brutale
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
8 novembre 2021 8:58
 
Il numero di persone sull'orlo della carestia in 43 paesi ha raggiunto i 45 milioni mentre l'insicurezza alimentare acuta è aumentata in tutto il mondo, così fa sapere oggi il Programma alimentare mondiale (WFP). Il balzo da 42 milioni di inizio anno a 45 milioni di persone a rischio fame è stato calcolato grazie a una valutazione dell'insicurezza alimentare che ha trovato altri 3 milioni di persone che ora affrontano la carestia in Afghanistan.
“Decine di milioni di persone sono sull'orlo dela carestia Conflitti, cambiamenti climatici e Covid-19 hanno aumentato il numero di persone in grave carestia", ha affermato il direttore esecutivo del WFP David Beasley. "Gli ultimi dati mostrano che più di 45 milioni di persone sono sull'orlo della carestia", ha detto il funzionario del WFP dopo un viaggio in Afghanistan, dove l'organizzazione sta aiutando quasi 23 milioni di persone. "I prezzi del carburante sono in aumento, i prezzi del cibo sono alle stelle, i fertilizzanti sono più costosi, tutto questo sta alimentando una nuova crisi come quella che sta affliggendo l'Afghanistan, così come emergenze di vecchia data come in Yemen e in Siria", ha aggiunto.

"Famiglia costretta a vendere i figli"
Il costo per prevenire la carestia nel mondo è di 6 miliardi di euro (7 miliardi di dollari), in aumento rispetto ai 5,7 miliardi di euro (6,6 miliardi di dollari) di inizio anno, ma bisogna tener conto che i tradizionali meccanismi di finanziamento sono in esaurimento. Le famiglie che affrontano un'insicurezza alimentare acuta sono costrette a "fare scelte devastanti", sposando figli minorenni, rimuovendoli da scuola o nutrendoli con locuste, foglie o cactus.
Le notizie dall'Afghanistan riportano di "famiglie costrette a vendere i propri figli nel disperato tentativo di sopravvivere". Numerose siccità in Afghanistan combinate con un collasso economico hanno gravemente colpito le famiglie, mentre 12,4 milioni di persone in Siria non sanno come procurarsi il prossimo pasto, più che in qualsiasi momento durante questo conflitto iniziato dieci anni fa. Situazioni di carestia acuta si osservano in Etiopia, Haiti, Somalia, Angola, Kenya e Burundi.
(AFP)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS