testata ADUC
 MONDO - MONDO - Vittime della strada. 1,3 milioni all'anno
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
19 novembre 2023 12:41
 
"Ricordare, sostenere, agire". E' questo lo slogan della campagna lanciata dalle Nazioni Unite, in occasione della Giornata Mondiale del ricordo delle vittime della strada, che vuole ottenere giustizia per chi è stato coinvolto in un incidente stradale e per i suoi familiari. " L'applicazione del codice della strada, le indagini approfondite post-incidente per determinare se un reato è stato commesso e per evitare che si ripeta, l'azione penale se necessario e il risarcimento - spiega l'Onu - sono tutti elementi del sistema giudiziario. Se attuato in modo serio, equo e coerente, tale sistema è ciò che meritano e desiderano le vittime di incidenti stradali che sono rimaste ferite o il cui familiare è stato ucciso a causa di una violazione della legge o di una negligenza, ed è anche un fattore essenziale di prevenzione". Fare giustizia per fare in modo che queste tragedie non si ripetano. Ogni anno nel mondo, secondo i dati Onu, sono 1,3 milioni le vittime della strada e gli incidenti stradali risultano essere la prima causa di morte tra i 5 e i 29 anni. Pedoni, ciclisti e motociclisti, sono considerati "utenti vulnerabili della strada" e rappresentano la metà di tutte le persone coinvolte negli incidenti stradali mortali in tutto il mondo. La percentuale di utenti vulnerabili della strada è più elevata nei paesi a basso reddito che in quelli ad alto reddito soprattutto quelli che vivono nei paesi in via di sviluppo. (ANSA)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS