testata ADUC
Francia. Eutansia: Rémy si è ucciso e intanto si redigono studi
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Marco Bazzichi
19 agosto 2008 0:00
 
Si è riaperto il dibattito sull'eutanasia, purtroppo grazie al gesto dell'ennesimo martire dell'assenza di legalità e di obiettività sul diritto alla morte con dignità. Il martire questa volta è Rémy Salvat, che si è tolto la vita domenica, con una overdose di farmaci, dopo aver subito il "no" eccellente del presidente Sarkozy alla propria domanda di farla finita.

Erano in 200 circa ad assistere alla cerimonia religiosa che si è svolta nella chiesa di Valmondois, il paesino di Rémy, in Val-d'Oise. Alla cerimonia, oltre ad amici, vicini e familiari, erano presenti numerosi disabili. C'era anche Luc Montenot, fratello di Lydie Debaine, prosciolta il 9 aprile 2008 dalla corte di assise della Val-d'Oise, dopo aver aiutato a morire la propria figlia disabile, tre anni addietro. Montenot conosce personalmente la famiglia Salvat.

In tale circostanza, Padre Brinon ha indossato una stuola verde, anziché viola, "in segno di speranza" e ha pronunciato un'omelìa di "tono dimesso" perché non vuole che "la chiesa diventi uno strumento di lotta politica".

E i politici che dicono? Il ministro della Sanità, Roselyne Bachelot, ritiene che non si possa legiferare sotto il dettato dell'emotività. Ma ormai questa è una risposta sempre più frequente e sempre meno adeguata di fronte al moltiplicarsi di casi simili.

I popolari intanto promettono un rapporto sulla legge Leonetti e sull'eutanasia negli altri paesi europei: "chiuderemo le audizioni nel mese di settembre, faremo due viaggi di studio in Inghilterra e nei Paesi Bassi per stilare un rapporto da consegnare nel mese di novembre", ha spiegato Jean Leonetti, il deputato che dà nome alla legge del 2005. Questa legge concede il diritto al "lasciar morire" ma non all'eutanasia attiva. Leonetti era stato incaricato di scriverla a seguito del caso di Chantal Sébire, che domandava un aiuto a morire.
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori