testata ADUC
Informazione di Stato a Sanremo. Trattori
Scarica e stampa il PDF
8 febbraio 2024 13:48
 

I trattori ce l’hanno fatta. Al momento sembra che venerdì il conduttore del festival di Sanremo leggerà un loro messaggio.  Ci aspettavamo una mucca sul palcoscenico, ma ci accontenteremo, anche se la performance bovina avrebbe dato più notorietà, anche mondiale, al festival e ai trattori. Pazienza, ce ne faremo una ragione, consapevoli che ascolteremo le ragioni dei trattori e non di chi è da loro accusato di affamarli. Ne prendiamo lezione.
 
Dal nostro pulpito, pur
- non avendo bloccato il traffico da nessuna parte coi trattori comprati grazie ai soldi dell’Ue; 
- non avendo costretto la presidente della Commissione Ue a farci trangugiare ancora per chissà quanto tempo pesticidi vari;
- non avendo costretto il capo del governo italiano a reintrodurre agevolazioni fiscali specifiche che la manovra 2024 aveva abolito.

Ma pensando ai grandi problemi nazionali che affliggono gli italiani in questo momento, come:
- che fare con le bollette del gas e della luce ora che non abbiamo più il babbo che ci tutela;
- cosa vuol dire il ministro dei Trasporti quando dice che ci tutelerà contro gli autovelox e il codice della strada usati dai Comuni per fare cassa;
- cosa ha intenzione di fare il governo per evitare che i prezzi continuino a salire.

E pensando ai grandi problemi cosiddetti internazionali come:
- il massacro di diritto e di persone in corso in Medio Oriente dopo gli atti terroristici di Hamas contro Israele;
- la probabile invasione russa di Moldavia e Paesi Baltici oggi Ue;
- l’intensificarsi della repressione russa in Georgia (che aspira ad entrare in Ue);
- l’intensificarsi dell’invasione russa dell’Ucraina, oggi minacciata dal blocco degli aiuti Usa in armi e dall’intensificarsi delle minacce russe all’Ue;
- le minacce dell’Iran, tramite Houthi e non solo, per la stabilità politica e commerciale.

Fatto questo elenco, con tante lacune (ce ne scusiamo col mondo), chiediamo altrettanto spazio sul palcoscenico del festival ligure.
O forse per questi argomenti non ne abbiamo diritto perché per arrivarci non abbiamo messo a ferro e fuoco mezza Italia?

Ma gli autori della trasmissione, i dirigenti dell’informazione e dell’intrattenimento di Stato, a queste cose non ci pensano? Oppure come i loro referenti politici sono solo in grado di cedere alla piazza… anche prendendola in giro…. ma con l’unico obiettivo di calmarla e continuare come prima senza interferenze.

Ah, per chi non se lo ricordasse: l'impegno Rai per Sanremo, trattori inclusi sul palcoscenico, lo paghiamo noi contribuenti col canone.

Qui il video sul canale YouTube di Aduc
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS