testata ADUC
Oceani. Livelli in crescita nei prossimi 30 anni. Nasa
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
21 febbraio 2022 8:06
 
 Da anni gli scienziati studiano l'innalzamento del livello del mare. Questi scenari, modellati in particolare per la fine del secolo, sono catastrofici e avvertono della necessità di monitorare i cambiamenti dell'altezza del livello del mare. Per la prima volta vengono presentate proiezioni a breve termine nel rapporto del 15 febbraio 2022, "Global and Regional Sea Level Rise Scenarios for the United States.”, sviluppato dalla NASA, dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) e da altre agenzie federali.

Proiezioni per il 2050
Questo rapporto prevede l'innalzamento del livello del mare fino al 2050 e si concentra sulle città costiere degli Stati Uniti che stanno già vivendo inondazioni da alta marea, e quindi hanno bisogno di questi rapporti per stilare i loro piani previsionali e gestire le conseguenze dell'innalzamento del livello del mare, che è previsto aumenterà di 25-30 centimetri lungo le coste americane nei prossimi trent'anni, un aumento pari all'innalzamento totale osservato negli ultimi 100 anni. A queste previsioni si accompagna anche un aumento della frequenza e dell'intensità di questi eventi. È importante notare anche che le stime dell'innalzamento del livello del mare entro la fine del secolo potrebbero essere superate se le emissioni di gas serra continuano a crescere, aumentando a loro volta le temperature globali.

Queste proiezioni sono state sviluppate grazie ai progressi compiuti nella comprensione dei processi legati all'innalzamento del livello del mare come lo scioglimento delle calotte polari e dei ghiacciai o le complesse interazioni tra gli oceani, il ghiaccio e i continenti. Inoltre, queste informazioni sono accessibili grazie a un nuovo strumento di mappatura sviluppato per poter visualizzare online i vari scenari di innalzamento del livello del mare presentati dal rapporto. Questi dati climatici online ampliano le capacità di monitoraggio e mirano a educare le comunità costiere e globali sul tasso allarmante dell'innalzamento del livello del mare per affrontare meglio il futuro già da ora.

Ricerca ancora attiva
Gli scenari di innalzamento del livello del mare globale e regionale per gli Stati Uniti fanno già parte dell'ultima valutazione pubblicata nell'agosto 2021 dall'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC). Questi rapporti forniscono valutazioni del clima terrestre su scala globale, attraverso analisi basate, tra l'altro, su simulazioni al computer.
Deve ancora essere pubblicato un rapporto finale sulla valutazione degli impatti dei cambiamenti climatici sugli Stati Uniti: la Fifth National Climate Assessment. Prodotto dal Programma di ricerca sul cambiamento globale degli Stati Uniti, si baserà su questo studio di "Scenari di aumento del livello del mare globale e regionale per gli Stati Uniti" e dovrebbe essere pubblicato nel 2023.

(Salomé Vercelot su Futura-Planète del 20/02/2022)

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS