testata ADUC
Vino, cosa c’è dentro? Urgono etichette
Scarica e stampa il PDF
18 dicembre 2023 12:06
 

Se qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi su come viene prodotto il vino, la trasmissione di Rai3 Report del 17/12/2023 ha forse levato qualche dubbio (1). La chimica imperversa. Il problema non è tanto che è possibile che talvolta vengano utilizzati prodotti non consentiti, ma che quelli consentiti sono talmente tanti che non si capisce perché non debbano essere elencati in etichetta.

Avete mai visto l’etichetta di una bottiglia d’acqua? Ammesso che si riesca a leggere visto il corpo editoriale molto piccolo utilizzato, se un consumatore dovesse farlo, è possibile che più di un dubbio gli verrebbe prima di farsi un bel bicchiere. 

Ma l’acqua, l’etichetta così specifica ce l’ha. Il vino no. 

Le informazioni che mancano sono relative, a parte i doc e docg, alla provenienza dell’uva, ai componenti tipo acqua, zuccheri, alcoli, aldeidi, eteri, sali, acidi, etc. Poi c’è l'aggiunta di mosti per fortificarlo (aumentare la gradazione), la cui provenienza non è indicata, enzimi per favorire la trasformazione del saccarosio in glucosio, gelatine (anche di origine animale), caseine, albumine, colla di pesce, bentonite (roccia) per la chiarificazione, solfiti per la conservazione, anidride solforosa per impedire l'acidificazione, acido tartarico o citrico per aumentare l’acidità, acido sorbico o sorbato di potassio per stabilizzare, solfato di rame per eliminare difetti di gusto e odore.

Se, curiosi, si dovesse fare una visita ad un qualche negozio di enologia (anche online), la curiosità, per quanto comprensibile, potrebbe essere soddisfatta.

Ma niente in etichetta.

Abbiamo un ministero dell’Agricoltura e della sovranità alimentare che sempre ci ricorda come dovremmo privilegiare le eccellenze delle nostre produzioni. Ma dobbiamo procedere solo a fiducia dei produttori? O forse questo è uno degli argomenti tabù su cui produttori e politici non intendono metter mano perché si preferisce sacrificare la trasparenza all'economia?

Qui il video sul canale YouTube di Aduc

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS