testata ADUC
Rimborso windows da Asus
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
10 febbraio 2015 0:00
 
Buongiorno,
Ho iniziato a contattare Asus tramite e mail a fine novembre chiedendo la loro procedura per il rimborso windows. Dopo qualche giorno hanno chiesto i miei dati bancari e la fattura d'acquisto. Dopo ulteriore sollecito mi chiedono il 23 dicembre se "il sistema operativo è stato esploso?". Il 14 gennaio mi contattano per telefono chiedendomi l'invio della schermata che appare premendo il tasto f9 all'avvio. Dopo ulteriore sollecito da parte mia e stanco di queste continue prese in giro ho deciso di seguire la vostra procedura, quindi invio di raccomandata A/R con allegato copia della sentenza e ho spedito in copia a voi il 20 gennaio 2015. Dopo qualche settimane mi contattano telefonicamente (sempre con un numero di telefono sconosciuto) dicendomi che la cifra del s.o. non è quella da me indicata (142.00 euro), ma 42 euro e che avrebbero fatto dei controlli. Questa è stata l'ultima presa in giro in ordine cronologico, loro, evidentemente, se ne strafregano di tutto e tutti.
Cosa mi consigliate di fare?
Spero in Vs. riscontro e vi ringrazio anticipatamente.
Rimango a VS. disposizione per ulteriori chiarimenti.
Fabrizio, da Quartesana (FE)

Risposta:
una volta trascorsi almeno 15 giorni dal ricevimento della ricevuta di ritorno della raccomandata che ha inviato ad ASUS, se ancora non avesse ottenuto il rimborso può procedere con la citazione orale presso il giudice di pace, come descritto nel modulo da noi pubblicato.
La invitiamo anche a segnalare l'accaduto all'Autorità usando l'apposita form a questo indirizzo:
http://www.agcm.it/invia-segnalazione-online.html
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori