testata ADUC
Oi Brasil - Portugal Telecom: i documenti necessari per esercitare l'opzione
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Anna D'Antuono
19 febbraio 2018 11:10
 
 
***Aggiornamento del 20 febbraio: sono state precisate le date di registrazione e completamento procedura.

Nell'ambito della procedura di concordato del Gruppo Oi Brasil in corso presso la Corte Distrettuale di Rio de Janeiro, è stata aperta al pubblico la piattaforma presso cui procedere con l'esercizio dell'opzione da parte degli obbligazionisti che si saranno visti accettare l'istanza di ammissione al passivo entro il 26 febbraio.

Il primo passo è registrarsi, entro lunedi prossimo 26 febbraiosul sito allestito dai Commissari.

Sarà poi possibile. una volta ottenuto il numero di protocollo assegnato dalla Corte nell'accettare l'istanza di individualizzazione del credito, esercitare l'opzione entro le ore 23.59 di Brasilia di lunedi 26 febbraio. Assieme alla scelta, occorre inserire alcuni documenti.

Un documento che occorre richiedere senza perdere un istante alla propria banca o altro intermediario è  lo "Statement of Account for the purpose of claim filing with blocking" (STAC) rilasciato dal sistema di clearing, ossia di gestione accentrata, presso cui i titoli sono appoggiati.
La certificazione ha un costo che si aggira mediamente sui 50-60 euro.

La prossima settimana, poi, occorrerà domandare una certificazione "Proof of Holdings", anch'essa necessaria, riportante data almeno 27 febbraio. Si avrà poi tempo per completare la procedura fino alle ore 17.00 di New York (le 23.00 in Italia) di lunedi 5 marzo.

La certificazione STAC -ripetiamo- deve essere richiesta immediatamente, altrimenti si rischia di non ottenerla in tempo utile.

Qui la vicenda
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori