testata ADUC
Governo. Salvini sostiene Orban che non vuole la ricollocazione degli immigrati, anche italiani. Il dibattito e la votazione nel Parlamento europeo
Scarica e stampa il PDF
Stati uniti d'europa di Primo Mastrantoni
12 settembre 2018 12:30
 
 Ci deve essere qualcosa che non funziona nella politica perseguita dal vicepremier Matteo Salvini. Salvini sostiene Viktor Orban, il primo ministro ungherese che non vuole la ricollocazione degli immigrati, anche quelli sbarcati in Italia.
L'occasione è data dal voto del Parlamento europeo su una risoluzione che chiede di attivare l'articolo sette del Trattato, che prevede multe e la sospensione del diritto di voto, per violazione dei valori fondamentali dell'Unione europea, perpetrata dal premier Orban. il governo di Budapest costituisce una sfida ai valori fondamentali europei e alla sua opera di smantellamento sistematico dei contropoteri costituzionali del pluralismo e della libertà di stampa, scrive la relatrice del provvedimento, la deputata Judith Sargentini, a nome della  Commissione per le libertà civili, giustizia e affari interni del Parlamento europeo.
Il tema non è solo quello degli immigrati, come si vorrebbe far credere, ma della collocazione di uno Stato all'interno dell'Unione europea, la quale ha regole, valide per tutti, che devono essere rispettate, altrimenti ci si tira fuori. 
L'Ungheria beneficia di imponenti contributi economici dell'Unione, infatti, ad un euro versato, per la cassa europea, ne corrispondono 4 di versamenti comunitari. Non si possono intascare soldi europei e non rispettare le norme europee. E' un atteggiamento che non può essere tollerato e se c'è una critica da fare al Parlamento europeo è quello del ritardo: si doveva agire molto tempo prima.
 
 
STATI UNITI D'EUROPA IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori