testata ADUC
Stati Uniti d'Europa. Chi vuole stare nella Ue deve rispettare le regole comuni. Orban compreso
Scarica e stampa il PDF
Stati uniti d'europa di Primo Mastrantoni
7 luglio 2021 13:29
 
  Lo aveva ricordato il nostro presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso del Consiglio europeo del 24 giugno scorso, al premier ungherese Viktor Orban: le regole sottoscritte vanno rispettate.
Si riferiva al Trattato della Ue, approvato anche dall'Ungheria, che nomina la Commissione europea come guardiana del Trattato stesso e che spetta alla Commissione stabilire se l'Ungheria viola o no il Trattato. Secondo l'articolo 2, l'Unione europea "si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze". Questi valori, "sono comuni agli Stati membri in una società caratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidarietà e dalla parità tra donne e uomini".
Il riferimento è relativo alla recente legge ungherese a che, di fatto, paragona l'omosessualità alla pedofilia.
 "Non lasceremo mai che parte della nostra società sia stigmatizzata a causa di quello che si pensa, dell'etnia, delle opinioni politiche o credo religiosi", ha dichiarato la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen.
L'esperienza del secolo scorso dovrebbe essere di monito a quanti vorrebbero riesumare norme discriminatorie nei confronti delle minoranze. Orban, che è in corsa per le elezioni del prossimo anno, si richiama a ingannevoli valori identitari. Se il premier ungherese non si riconosce nei Trattati sottoscritti, può sempre ricorrere all'articolo 50 del Trattato dell'Ue e attivare il meccanismo del recesso volontario e unilaterale. Sicuramente non lo farà, perchè i fondi comunitari, dei quali è sempre stato beneficiario netto, gli occorrono per la campagna elettorale. Bloccare tali fondi, sarebbe una saggia decisione.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
STATI UNITI D'EUROPA IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori