testata ADUC
Unione europea. Orban prende i soldi europei e non rispetta i patti
Scarica e stampa il PDF
Stati uniti d'europa di Primo Mastrantoni
13 settembre 2018 12:43
 
 Il premier ungherese, Viktor Orban, prende i soldi dalla Unione europea ma non vuole rispettare i patti, cioè i trattati europei, e per questo è stato condannato dal Parlamento europeo per violazione delle norme sullo stato di diritto.

Cerchiamo di capire.

Lo scorso anno il Pil, cioè la ricchezza prodotta nell'Ungheria è cresciuto del 4% grazie ai contributi europei, infatti, il governo ungherese contribuisce al bilancio europeo con 924 milioni di euro ma riceve 4.5 miliardi, con un saldo di 3,6 miliardi. In pratica, ad 1 euro versato ne tornano circa 4; il 32% delle spese per beni e servizi è dovuto ai contributi comunitari, l'80% delle spese pubbliche per infrastrutture è realizzato grazie ai contributi europei e l'81% delle esportazioni ungheresi è diretto ai paesi della Ue.

Insomma, l'economia ungherese vola, grazie all'Unione europea, ma Orban viola le norme comunitarie sullo stato di diritto. Il governo di Budapest, non il popolo ungherese, come qualcuno vuole farci intendere, costituisce una sfida ai valori fondamentali europei e alla sua opera di smantellamento sistematico dei contropoteri costituzionali, del pluralismo e della libertà di stampa e per questo e' stato condannato dal Parlamento europeo. E' la prima volta che accade nella storia della Ue.

Se il premier ungherese Orban non vuole rispettare i trattati europei ha una scelta semplice da fare: uscire dalla Ue e perdere i relativi contributi. I furbi, oltretutto mantenuti con i nostri soldi, non interessano.
 
 
STATI UNITI D'EUROPA IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori