testata ADUC
Perché i cani amano così tanto gli escrementi umani
Scarica e stampa il PDF
Vita da cani di Redazione
21 settembre 2020 12:08
 
La coprofagia, che consiste nel mangiare le proprie feci o quelle di altri animali, è un disturbo relativamente comune nei cani: si stima che uno su 400 ne sia affetto. Molti fattori sono indicati per spiegare questa attrazione per le feci: causa medica (gastrite o problema intestinale, parassiti, carenza di enzimi ...), cibo (cibo di fascia bassa difficile da digerire) o comportamentale (depressione, stress, noia, disturbo sviluppo, paura della punizione).

Tutte queste spiegazioni sono certamente valide, ma non spiegano perché ad alcuni cani piacciono specificamente le feci umane. Infatti, se la coprofagia si osserva anche nei lupi, questi ultimi non sono noti per mangiare escrementi umani.

Ray e Lorna Coppinger, specialisti in comportamento canino e autori del libro "A New Understanding of Canine Origin, Behaviour, and Evolution" (2002), suggeriscono che la spazzatura avrebbe svolto un ruolo essenziale nell'addomesticamento del cane.

Dal lupo al cane: una storia di spazzatura
Secondo loro, l'evoluzione dei cani dai lupi iniziò quando gli umani del Paleolitico si allontanarono dai gruppi itineranti di cacciatori-raccoglitori e iniziarono a formare colonie stabili. Con queste colonie apparvero discariche di rifiuti, dando ai cani accesso a cibo in abbondanza.
I lupi più tolleranti degli umani avrebbero così beneficiato di un vantaggio competitivo, e questa competizione darwiniana ha favorito i geni legati all'addomesticamento. Una strategia coronata di successo visto che oggi ci sono più di un miliardo di cani sulla Terra, contro 300.000 lupi.

Feci umane, alimento base per cani domestici
Tranne che allora, le colonie umane erano probabilmente troppo piccole per produrre spazzatura sufficiente. All'improvviso, un'altra spiegazione viene avanzata dall'antropozoologo Hal Herzog in Psychology Today: escrementi umani. Molto nutrienti, sarebbero stati un'importante fonte di cibo per i nostri antenati cani.

Uno studio del 2010 che confronta la dieta dei cani domestici (Canis familiaris) e quella del lupo abissino (Canis simensis) mostra che il primo è costituito per il 20,7% da escrementi umani mentre i lupi si nutrono quasi esclusivamente di cuccioli roditori durante tutto l'anno. Un altro studio del 2018 sui cani randagi conferma che le feci umane contribuiscono al 21% del peso della dieta osservata ed è il quarto componente più comune delle feci (56% dei casi).

(articolo di Céline Deluzarche su Futura-Planète del 20/09/2020)
 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
VITA DA CANI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori