testata ADUC
Vita da cani. Come mantenerli rilassati quando li lasci soli
Scarica e stampa il PDF
Vita da cani di Redazione
5 giugno 2021 13:22
 
 Le persone di tutto il mondo trascorrono più tempo a casa dall'inizio del 2020. Per molte di queste persone, questa sembrava l'occasione perfetta per prendere un animale domestico.
Solo nel Regno Unito, circa 3,2 milioni di famiglie hanno acquistato un animale domestico dall'inizio della pandemia. I cani sono stati la nuova acquisizione più popolare (57%) con i gatti al secondo posto (38%).
Questo improvviso aumento della proprietà di animali domestici solleva preoccupazioni per il benessere degli animali. I cuccioli acquisiti durante il lockdown hanno perso esperienze di socializzazione e formazione critica, che sono associate a comportamenti indotti dallo stress, che vanno dal nervosismo all'aggressività basata sulla paura.
Non sono solo gli animali domestici pandemici che potrebbero mostrare segni di stress o problemi comportamentali. La vita non è stata normale per molti dei nostri cani per la maggior parte dell'ultimo anno. Hanno avuto meno interazione con altri cani, meno visitatori che sono entrati in casa e poco tempo da soli dall'inizio della pandemia.
Ciò ha portato a un notevole cambiamento nel comportamento del cane. I cuccioli che ringhiano, schioccano o mordono quando vengono avvicinati e accarezzati da “estranei” sono aumentati del 57% durante il blocco. Le ricerche su Google per "abbaiare del cane" e "morso di cane" sono aumentate rispettivamente del 48% e del 40%, il che suggerisce che alcuni aspetti del periodo di lockdown sono stati particolarmente impegnativi per i nostri animali domestici.

Come esseri umani, tendiamo a concentrarci sullo stress situazionale: le scadenze lavorative o il pagamento delle bollette. Ma lo stress può essere causato da tutto ciò che sconvolge gli equilibri ormonali del corpo. La presenza di un fattore di stress provoca una cascata ormonale, che culmina nel rilascio di glucosio che fornisce un'esplosione di energia prodotta per aiutare a sfuggire dallo stress. Questo innesca una risposta di lotta, fuga o irrigidimento.
I fattori di stress vanno da una minaccia fisica, come un predatore, a un ambiente imprevedibile, che i nostri animali domestici potrebbero sperimentare ora che le restrizioni del lockdown si allentano. Questo non è limitato a cani e gatti. È stato dimostrato che le modifiche alla routine, in particolare al programma di alimentazione, inducono stress negli uccelli, nelle pecore e nei cavalli.

Il tuo animale domestico è stressato?
I segni di stress nel tuo animale domestico possono essere evidenti, come comportamenti distruttivi o emissioni sonore. Ma ci sono anche segni più sottili di ansia, come ansimare o sbavare, camminare avanti e indietro, controllare ripetutamente finestre e porte o leccarsi o grattarsi.
Il lockdown può, sfortunatamente, avere un impatto a lungo termine sulla capacità degli animali domestici di essere tranquilli quando vengono lasciati a casa da soli. I cani che soffrivano di ansia da separazione prima dell'inizio delle restrizioni, rischiano di peggiorare quando vengono lasciati di nuovo soli mentre i proprietari tornano al lavoro. Ma ci aspettiamo anche lo sviluppo di nuovi casi, perché altri cani, e in particolare i cuccioli, hanno imparato ad aspettarsi compagnia tutto il giorno.

Una ricerca dello scorso anno ha mostrato che l'82% dei proprietari di cani intervistati ha notato un aumento di lamenti o abbaiare del proprio cane quando un membro della famiglia faceva altro. C'è stato un aumento del 41% delle segnalazioni di cani appiccicosi o che seguivano le persone in casa durante il lockdown. Tutti questi possono essere indicatori dello sviluppo dell'ansia da separazione.

I nostri consigli
La buona notizia è che non è troppo tardi per preparare il tuo cane all'allentamento del lockdown e per insegnargli abilità vitali che possono applicare in qualsiasi situazione.
Se stai iniziando a trascorrere più tempo fuori casa, devi ricordare che questo cambiamento nella routine è stressante per i tuoi animali domestici. Inizia subito le misure preventive per evitare problemi futuri.
Se hai un cane che in precedenza era abituato a essere lasciato solo, assicurati di mantenere la sua capacità di far fronte a ciò introducendo periodi di separazione durante il giorno quando sei in casa, ad esempio mettendolo dietro un cancello per bambini mentre stai lavorando da casa. Lascia il tuo cane a casa per brevi periodi di tempo.
Aumenta gradualmente la quantità di tempo in cui il tuo cane viene separato dai membri della famiglia e associalo a qualcosa di positivo, come un periodo con lui di lunga durata.
Monitora come risponde il tuo cane e riduci il tempo rimasto se mostra segni di ansia.
Laddove i cani mostrano già segni di ansia da separazione (come abbaiare, ululare, andare a fare i bisognini o essere distruttivi quando vengono lasciati), chiedi aiuto in primo luogo al tuo veterinario.
Evita di cercare soluzioni "rapide" come collari antiabbaio o punire il tuo cane al ritorno. Questi approcci probabilmente aggraveranno il problema e si tradurranno in problemi più seri e più difficili da trattare a lungo termine.
Insegnare ai cani a essere rilassati quando lasciati da soli richiede tempo e pazienza, in particolare per i cuccioli pandemici che raramente sono stati lontani dai loro proprietari. Ma fare lo sforzo di mostrare al tuo cane che stare da solo non è stressante, usando questi consigli, può prevenire problemi seri che sono molto più difficili da trattare più avanti nella vita.

(Niki Khan - Lecturer in Animal Science, Nottingham Trent University – e Jenna Kiddie - Visiting Research Fellow, University of Cumbria; Head of Canine Behaviour, Dogs Trust, University of Cumbria -. The Conversation del 01/06/2021)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
VITA DA CANI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori