testata ADUC
Vita da cani. Questo è ciò che accade se hai un animale domestico sciolto in macchina
Scarica e stampa il PDF
Vita da cani di Redazione
5 agosto 2020 17:44
 
 Uno su tre conducenti spagnoli (in particolare il 36%) afferma di viaggiare con il proprio animale domestico in macchina. Ciò risulta chiaramente dall'indagine condotta dal Royal Automobile Club of Spain (RACE), nell'ambito del rapporto "Animali da compagnia e sicurezza stradale", condotto in collaborazione con altre associazioni automobilistiche europee.

Il fatto più preoccupante di questo studio (basato su domande a oltre 1.300 utenti) è che l'11,5% degli automobilisti confessa di non utilizzare alcun sistema di ritenuta per i propri animali, trasportandolo nel bagagliaio separato dagli occupanti ma senza protezione o qualsiasi moderazione. L'1,1% ammette di trasportarli direttamente slegati nell'abitacolo o tra le braccia di un passeggero.

Gli animali domestici che viaggiano principalmente in auto sono i cani (92%), seguiti dai gatti (15%) e altri piccoli animali, come uccelli, rettili o roditori (5%). Sulla base di queste percentuali (che superano il massimo del 100%) ne consegue che molti sono automobilisti che si spostano di tanto in tanto con più di un animale, che nel 66% dei casi pesa più di 20 chili, tra cui il 17% supera la trentina.
L'87,4% degli intervistati ha affermato di utilizzare un sistema di ritenuta in auto, la maggior parte (62%) delle cinture di sicurezza. Una cifra molto superiore al 45% dei conducenti che hanno fatto ricorso a queste restrizioni come risultava nella precedente edizione dello studio nel 2011.

Un grosso rischio
RACE insiste sull'importanza di utilizzare questi sistemi di ancoraggio per animali domestici. In un incidente a soli 50 km/h, il peso di qualsiasi animale smosso nell'abitacolo viene moltiplicato per 35, con il rischio evidente per il resto degli occupanti del veicolo.
Diversi club automobilistici europei, per valorizzare questo aspetto, hanno effettuato una serie di test dinamici. Usando bambole di cani con pesi diversi da quelli degli animali (da 4,8 a 35 chili), il loro comportamento nel veicolo è stato verificato sulla base di parametri come la loro posizione, l'uso o meno di ritenzione e manovre estreme come frenata di emergenza, cambio di direzione o schivata.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=6&v=9f-mwSLmozA&feature=emb_logo

Le conclusioni, come si vede nel video registrato durante i test, sono chiare. Un animale sciolto rappresenta un grave pericolo in frenata brusca. Anche in una piccola collisione, le conseguenze di un cane fuori controllo all'interno dell'abitacolo possono essere più gravi dell'incidente stesso: una massa di soli cinque chili proiettata a 60 km/h raggiunge il peso di un oggetto lanciato di 280 chili.

Alcuni consigli
Per evitare queste situazioni ad alto rischio, RACE offre una serie di raccomandazioni di base per i conducenti che devono viaggiare con animali domestici nelle loro auto:
1. Non viaggiare mai con un animale libero nell’abitacolo. Esistono rischi significativi per se stesso e gli altri occupanti e può anche rappresentare un pericolo per i soccorritori in caso di incidente. Sono anche previste specifiche sanzioni.
2. È necessario scegliere un sistema di ritenuta adeguato. I sistemi disponibili includono imbracature di ritenuta (con un sistema di attacco corto e stabile), supporto o distanziali per l'abitacolo, che devono essere saldi e ben ancorati per evitare spostamenti.
3. Evitare di posizionare oggetti accanto all'animale. In caso di impatto possono essere espulsi.
4. Controllare l'animale nelle fermate di riposo. Quando si apre il bagagliaio o la portiera del veicolo, l'animale può scappare e provocare un incidente.
5. Mai, in nessun modo o circostanza, lasciare l'animale all'interno del veicolo ad alte temperature. Nemmeno in una zona ombreggiata o con le finestre aperte.
6. Fare fermate ogni due ore. In questo modo l'animale può alleviare se stesso, camminare e idratarsi.
7. Controllare possibili vertigini. Se l'animale tende a soffrirne, è preferibile non dargli da mangiare o bere nelle ore precedenti il viaggio. Alle fermate approfittare per bere, ma una piccola quantità.
8. Monitorare la temperatura del veicolo. Garantire una ventilazione adeguata in ogni momento.
9. Abituare l'animale al sistema di ritenuta. Se di solito viaggia nel suo veicolo, abituarlo fin da cucciolo, nell’abitacolo o separato da un sistema che impedisce l'accesso allo stesso abitacolo.
10. Non tenere mai l'animale al guinzaglio. Non è un sistema di ritenuta e comporta un rischio significativo di lesioni, sia per lui che per il resto degli occupanti.

(articolo pubblicato su El Motor del 05/08/2020)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
VITA DA CANI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori