testata ADUC
A che servono un re o una regina? Lo scettico
Scarica e stampa il PDF
Il paese di alice di Alessandro Gallucci
5 ottobre 2017 16:31
 
 Mattina: arrivo in studio, accendo il pc, apro i siti dei quotidiani on-line e leggo del discorso del re spagnolo. Il contenuto non conta, quando parla un sovrano mi chiedo sempre la stessa cosa: ma a che servono i re e le regine? Che poi mi viene sempre da scriverlo con minuscolo, re, non Re.
Sì certo, sono rappresentanti dello Stato. Tranne che in Vaticano e in qualche altro mini reame, senza grossi poteri. Sì, certo, esercitano anche prerogative importanti; non come Giorgio Napolitano, re senza corona e con la scorta, ma comunque qualche funzione l’hanno.
Eppure che sciagura per loro: qualche anno fa – insomma qualche anno, un millennio, mezzo millennio qualche centinaio di anni fa – erano proprietari dello Stato e dei sudditi. Sì, non solo dei cervi, anche delle persone. Padroni della vita e della sua durata. Ma poi, come si dice, le cose cambiano. Ed eccole lì, la rivoluzione americana, la ghigliottina, la breccia di porta Pia. A no, quella no, che sostituì un re scapolo con un ammogliato!
Va be’, ma in fondo tranne che negli Stati Uniti, i re sono tornati più o meno dappertutto, per poi essere qualche volta di nuovo ricacciati. E quindi a che serve oggi un re? Forse dovremmo domandarlo agli inglesi, agli scandinavi (finlandesi esclusi), agli olandesi, ecc. Quante monarchie ancora? Ma perché? Che poi i re e le regine devono pure far qualcosa. E che fanno? Parlano e parlando magari sbagliano; e non sono semplici gaffe, per quelle il principe Filippo non lo batte nessuno, peccato sia andato in pensione. Parlano a nome dei loro rappresentati – per carità non sudditi – e dicono cose che non tutti condividono. Ma il re è garante dell’unità della nazione? Davvero? O perbacco, mi viene da sorridere; forse dell’unità territoriale. Va be’, ma se la fanno proprio grossa saranno costretti ad abdicare? No! Ok però magari chiedono scusa. Nemmeno!
Ma allora, a che servono i re e le regine? Forse ai rotocalchi rosa? Sì! Sì! È a loro che servono: forse a loro, che con matrimoni e divorzi reali rimpinguano le casse. Oddio, forse da scettico mi sto trasformando in complottista.
Quindi? A che ci servono re e regine? E boh…e se ne facessimo a meno?
 
 
IL PAESE DI ALICE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori